martedì 24 aprile 2012

I libri della mia vita - 2

La scorsa volta avevo voluto raccontarvi (e raccontarmi) alcuni dei libri che sono stati importanti nel mio percorso di lettrice, presentandovi alcuni romanzi che hanno segnato delle tappe fondamentali nella mia vita, la nascita di passioni e di impressioni forti. Non necessariamente libri di valore assoluto o che consiglierei a prescindere, quindi, ma quelli che in un certo momento hanno significato molto per me.

Oggi invece vorrei consigliarvi un tris di romanzi che , considero splendidi "senza se e senza ma". Li ho amati e li amo ancora, li risfoglio, sono in cima alla mia lista di "libri da rileggere". Insomma, quei romanzi per i quali sarei disposta a fare pubblicità a vita, perché farveli scoprire, se già non li conoscete, e invogliarvi a leggerli è come un mio regalo per voi.

Buona Apocalisse a tutti!, di Terry Pratchett e Neil Gaiman. Humour inglese, contaminazioni con il Mondo Disco (non si può parlare di Apocalisse senza parlare di Morte, giusto? Anche se qui non proprio nella stessa veste cui noi appassionati di Scuotivento & Co siamo abituati...), angeli e demoni che vivono sulla Terra e non hanno alcuna intenzione di permettere che venga spazzata via, e tantissimo altro. Il miglior Pratchett e il miglior Gaiman, insieme: sul serio, ma cosa potreste volere di più?
Ah, già. Forse che Mondadori lo ristampasse...






World War Z - La guerra mondiale degli zombi, di Max Brooks. Altra personale ossessione, di cui ho parlato spesso, perché questo libro meriterebbe di essere molto più conosciuto di quanto sia. Se volete potete leggere una recensione più completa qui; per ora vi basti sapere che Max Brooks (sì, il figlio di Mel) riesce a creare un romanzo che, attraverso la forma della raccolta di interviste giornalistiche, contiene tutto: la paura, l'orrore, la speranza, il cinismo, la lotta, la guerra, la politica, la storia... Tutto a partire da uno dei temi apparentemente più abusati, "l'invasione zombie". Che Brooks tratta con una precisione e una ricchezza di dettagli da far dimenticare che si tratta "solo" di narrativa, e non di un vero resoconto post-conflitto. Non può lasciarvi indifferenti, non potete perdervelo.

Il profumo, di Patrick Suskind. Se dovessi descrivere l'effetto che ha avuto su di me questo romanzo in una sola frase, direi che mi ha fatto sentire in gola il sapore del sangue. Dalla prima riga Il profumo lancia un incantesimo che non ti lascia più libero, ed è tardi quando ti accorgi che ti sta trascinando in un abisso insieme al protagonista Grenuille. L'ho letto una quindicina di anni fa, e ogni volta che ci ripenso mi torna in gola quel sapore aspro di sangue, le impressioni di un viaggio dei sensi e della follia, il fascino ipnotico di una storia che non si può scordare.




12 commenti:

  1. Alas, qui non concordiamo. Di questi ho letto solo "Il profumo", e l'ho trovato pretestuosissimo.

    "World War Z", invece, sembra molto interessante.

    RispondiElimina
  2. "World War Z" è meraviglioso. Ovviamente stanno per rovinarlo con un film che promette malissimo, a quel che ho letto finora...

    RispondiElimina
  3. "Buona Apocalisse a tutti!" è sommo, geniale, meraviglioso! Con la Bentley di Crowley e le cassette trasformate in "Greatest Hits" dei Queen :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle cassette sono indelebilmente impresse nella mia memoria ^_^

      Elimina
  4. Una vergogna sono, neanche uno ne conosco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AAAH! Almeno i primi due DEVI leggerli!!!

      Elimina
  5. il profumo, originale per lo spunto, ma che finale idiotaa!!!

    t.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me era piaciuto, ma è in lista di rilettura proprio per scoprire se dopo tutti questi anni mi fa lo stesso effetto!

      Elimina
  6. E' da un po' che sentivo parlare di un presunto film di World War Z e la curiosità di leggerne il libro è alta.

    Di profumo vidi il film e spero sinceramente che sia meglio il libro... visto che la trasposizione cinematografica l'ho trovata una porcheria.

    Via, mi hai dato un motivo per riandare a curiosare in libreria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cedi al Lato Oscuro, asseconda la curiosità... ^_^
      Il film non l'ho visto (anche se vorrei, visto che c'è Alan Rickman che adoro), ma mi hanno detto che è meno bello del libro.
      Comunque sono felice di averti incuriosito, se li leggerai fammi sapere che ne pensi!

      Elimina
  7. Grazie mille per i consigli. Il 3° è quello che mi ha colpito di più :D

    P.s. Ma sai di avere impostato il codice Captcha?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì? Io ho impostato solo la moderazione causa trolla molesta... Mah!
      Mi piace vedere le vostre preferenze, chi viene colpito da un libro, chi da un altro... ^_^

      Elimina