martedì 31 luglio 2012

Libri & film

Ormai anche i sassi sanno del mio smisurato amore per World War Z - La guerra mondiale degli zombie di Max Brooks. Leggetelo, leggetelo, leggetelo. Leggetelo anche se non vi piacciono gli zombie, l'horror e il fantastico. Leggetelo e poi mi darete ragione.

Arriva quindi la notizia che ne verrà tratto un film, e cosa pensare? Be', come prima cosa accidente, è un libro complicatissimo da trasporre! Speriamo che non ne traggano una ciofeca inguardabile. Speriamo, speriamo, speriamo!


Ora: lo so che è presto per giudicare, non c'è nemmeno un trailer. Ma un articolo come questo, nonché alcuni altri letti in passato, già mi fa capire che il film non c'entrerà un tubo con il romanzo. Brad Pitt protagonista, moglie da salvare, compagno d'armi? Bleaaah! Zombie veloci? Ma porca puttana, allora perché chiamare il film World War Z se con il libro non c'entra più nulla? Qui non si tratta di adattare un romanzo, di fare alcuni cambi, come, ad esempio, per Il Signore degli Anelli. Questo mi puzza di solita hollywoodianata che appiattirà qualsiasi elemento di originalità e profondità presente nel libro. Allora tanto valeva ispirarsi ai romanzetti da spiaggia di Loureiro (recensiti qui e qui). E dire che non sono un'intransigente che va a criticare il regista se il personaggio X indossa una maglia rossa anziché nera nella scena Y.
Estremo Pessimismo & Assoluto Fastidio.
Spero di essere smentita, ma non ci credo per niente.

Immagine da Pinterest.

11 commenti:

  1. Condivido, però me lo aspettavo.
    Per come è strutturato WWZ, è parecchio difficile farne un film rimanendo fedeli all'orginale.
    Vedremo, ma sono pessimista anch'io...
    Ma poi dai, l'ennessima moglie da salvare, per sul serio? Non lo sopporto.
    Perché ci deve essere sempre un fottuto familiare da salvare negli horror e nella fantascienza americana? Tanto è implicito che si salverà, addio tensione.
    Spero di sbagliarmi, as usual.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io capisco semplificare, perché non si può fare un film di frammenti com'è composto il libro, così peculiare; ma non potevano estrapolare due-tre-quattro delle storie migliori del romanzo e intrecciare quelle? No, meglio servire le solite banalità e basta.
      Bleah.

      Elimina
    2. non potevano estrapolare due-tre-quattro delle storie migliori del romanzo e intrecciare quelle?

      Appunto. Di questa roba che presenteranno come WWZ non resta niente, a parte il titolo a fare da specchietto per le allodole :(

      Elimina
    3. Che nervi, che rabbia. Non pretendo la fedeltà a tutti i costi, da un film. Ma l'onestà sì.
      A 'sto punto, se non sarà più che un capolavoro - del che dubito - mi sentiranno ruggire.

      Elimina
    4. Ma in che cavolo di lingua ho scritto? O_o'
      Vabbe', si capisce lo stesso...

      Elimina
    5. Ma sì che si capisce ^___^

      Elimina
  2. Posso comprendere la tua delusione, meglio comunque partire con un'idea negativa e magari essere smentiti e non il contrario :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma purtroppo temo che in questo caso le possibilità di essere smentiti siano bassissime =___=

      Elimina
  3. Io ho letto lo script (non chiedete, ho fonti segrete altolocate XD) di cui ora stanno rimaneggiando il finale, e non c'entra nulla col libro. Hanno comprato i diritti e riutilizzeranno il nome, ma non ha niente a che vedere col libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto. S'era capito.
      Maledetti. Disonore su di loro e sulle loro mucche.
      P.S. Eee si può leeeggeeereee questo scriiipt? *___*

      Elimina
  4. off topic
    ho visto nella tua libreria anobii A VOLTE RITORNO.
    Mi avvisi quando l'hai finito e mi dice KENNEpensi?
    (io su anobii ho messo la mia recensione...)

    saluti

    t.

    RispondiElimina