mercoledì 29 agosto 2012

Anathema - Weather Systems

No, non è una recensione. As usual, quelle che vi offro sono le mie modestissime impressioni da ascoltatrice, le mie emozioni, e non voglio certo che prendiate queste righe per le parole di una critica esperta.
No.
Questo è un tentativo. Di fermare sulla moderna "carta" virtuale di questo blog alcune suggestioni. Di farvi incuriosire, anche, se non conoscete gli inglesi Anathema e/o non avete ancora ascoltato il nuovo album. Dagli esordi doom/death alle trame progressive/alternative, la band dei fratelli Cavanagh ha inanellato una serie di dischi sempre molto apprezzati nonostante la profonda evoluzione di oltre vent'anni di carriera.
Non sono un gruppo che io ascolti sempre: periodicamente li riscopro, o per un concerto - dal vivo non deludono mai, e se potete, regalatevi l'esperienza di vederli - o per una nuova uscita, o semplicemente perché ormai ciò che gli Anathema regalano sono pure emozioni, non semplici canzoni; e come tali, occorre il mood giusto, il momento, per gustarle in piena sintonia.
Weather Systems è un disco che riesce nel miracolo di coniugare la profonda bellezza alla semplicità, e il cielo terso e luminoso evocato dalla copertina è quanto mai adeguato. Se penso alle canzoni che anche in questo momento sto ascoltando, penso alla brezza leggera che ti accarezza, non ti colpisce, alla dolcezza del latte e allo spettacolo dell'alba - quando tutto è azzurrino e dorato, fresco e nuovo. Se penso a Weather Systems, penso a un brano come Lightning Song, quello che vi ho linkato sotto, e provo emozioni e serenità che nessun album new age potrebbe mai sperare di trasmettermi. Penso a come le voci si incontrano, si separano, duettano, spiccano in trame solitarie - la voce calda e romantica di Vincent Cavanagh e quella limpida e preziosa di Lee Douglas. Penso all'apertura, con il binomio Untouchable Part 1 e Part 2, e non so quale preferire tra le due. Qui non c'è la malinconia, la lacerante disperazione di un album che adoro - di nuovo: se non lo conoscete, ascoltatelo, per carità! - come Alternative IV, i cui tormenti sono pure ancora evocati da una canzone come The beginning and the end: qui c'è speranza. C'è l'elettricità di un brano vibrante come The storm before the calm, schizofrenico prima, in crescendo poi (This beautiful feeling soars over the skies / Moving through my body out my mind / It rises up and floods my brain / This is fucking insane, this is fucking insane... non è già tutto chiaro solo da queste parole?) C'è la gioia di suonare che traspare dai sorrisi di Vincent e Danny ogni volta che li vedo live. C'è un regalo, per chi vorrà accettarlo. C'è musica che alterna delicatezza ed energia, musica che scorre con una naturalezza e una maturità che entra dentro, che sembra inevitabile, che pare venire dai ricordi del passato anziché giungere inattesa; un mosaico dove ogni nota è una tessera che non può che trovarsi dov'è. E se c'è follia, nell'abbandonarsi così alla musica - che la si crei o che la si ascolti - allora è senz'altro una divina follia.



Lightning splits the sky.
Shining blinding white
And here I lie almost asleep
Reckoning in a place of peace

And I feel,
I found my place
In time and space
In hope and faith
And love I give
My mind is clear
I have no fear
I shed no tears
For you my dear

This world is wonderful, so beautiful,
If only you can open up your mind and see

Your world is everything you ever dreamed of
If only you can open up your mind and see.


The beauty that is here
Beauty that is here.





6 commenti:

  1. Sballo.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passato e saluta la Pimpa XDDD

      Elimina
  2. Quest'album è davvero stupendo! Secondo me leggermente inferiore al precedente, ma comunque stupendo! *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh! Sapevo che avrebbe incontrato la tua approvazione ^___^

      Elimina
  3. ottimo disco, per certi versi inaspettato. Erano a milano, e ovviamente me li sono persi. Vabbeh.
    E bel blog! mi piace, apprezzo, tornerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Torneranno a ottobre, ma a Torino.
      Grazie per i complimenti! ^___^ Sei il benvenuto!

      Elimina