venerdì 21 settembre 2012

Cose che mi mettono di buon umore

- Il profumo delle brioche e del caffè quando passo davanti a un bar la mattina. Non c'è bisogno che entri e faccia colazione: mi basta il profumo, dolce come un benvenuto.

- E, sempre per restare in tema con il "mattino", il sole che illumina obliquo i palazzi, quando mi capita di uscire abbastanza presto. Soprattutto in questo periodo che non fa più troppo caldo, ma non è ancora freddo, e la luce ha il colore del miele.

- Scoprire affinità con il libro che sto leggendo. E intendo non semplicemente "leggere un libro che mi piace", ma sentire, magari nei confronti di un testo sul quale nemmeno avevo delle aspettative, che accidenti, è vicino alla mia sensibilità, mi tocca nel profondo, esprime proprio quello che sento.

- Quando riesco a fare qualcosa di bello per gli altri. Non è per essere sdolcinata e nemmeno per "vantarmi" di chissà che; semplicemente, mi piace azzeccare il regalo giusto, mi piace vedere le persone intorno a me che sorridono, mi piace sorprenderli con un gesto che le faccia sentire "coccolate". Il che può andare dal cercare di aiutare un'amica al semplice sorridere quando mi rivolgo a un commesso. Non ci vuole tanto, no?

- Girovagare per una libreria. Sfogliare pagine, scoprire libri che non conoscevo, ironizzare su quelli più brutti (oh, yes), respirare il profumo della carta (non rompete il cazzo: mi piace il profumo della carta, senza che questo faccia di me una talebana: mi piacciono anche gli ebook. Mi piacerebbero anche le tavolette di cera con la scrittura cuneiforme, se fossero l'unico modo per leggere.

- Godermi senza pudore le mie manie e i miei fangirleggiamenti. Dalle lunghe conversazioni tra me e i miei personaggi al cogliere spunti per storie - o per l'infinita serie di storie in lavorazione con Socia Sam - a ogni angolo di strada, dalla fissa per questa o quella canzone al "rito" serale cena + puntate di Scrubs che ho in questo periodo, eccetera eccetera.

- I colori. E chi mi conosce e mi vede sempre vestita "total black" mi guarderà così o___O Ma, se amo il look di un certo tipo, non significa che non ami i colori: soprattutto quando li trovo dove non mi aspetto - magari in un angolo di cemento cittadino. Azzurro, viola, da spargere per casa in mille dettagli o da portare tra i capelli; rosso, verde... a volte perfino quelli che normalmente non mi piacciono (giallo, marrone, arancione) in certi momenti diventano belli.

- Ridere. Potrebbe sembrare un paradosso: se si è di buon umore si ride di più, o ridendo aumenta il buon umore? Io mi riferisco all'umorismo, alla prontezza di un commento buffo, a quel sarcasmo che ho la fortuna di condividere con le Socie, ad esempio, o con Rachele o gli amici più cari; alle battute, alle piccole sciocchezze, alla sana follia a cui non vorrei mai rinunciare.

- Parlare con le Socie. Di persona, al telefono, in chat, su Facebook, su Twitter, tramite blog, non ha importanza: mi mettono sempre di buon umore ^_^



Immagine da Pinterest.

4 commenti:

  1. I dolci, le sciarpe ultracolorate, i nuvoloni grigi, pioggia tuoni & fulmini, la neve, cucciolo (anche quando mi fa incazzare) e voi Socie, i peluche (l'altro giorno mi sono appiccicata a una vetrina in cui era esposto un pinguino di Madagascar), i filmini mentali :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, i cari filmini mentali! Quelli *___*, quelli *O* e quelli *ç*...
      I dolci li avrei messi anch'io, ma in questo periodo sono banditi anche solo come parola - ergo non mi mettono più così di buon umore =___=

      Elimina
  2. Che bel post.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te che mi fai sempre ghignare con i tuoi fumetti!

      Elimina