domenica 2 settembre 2012

Hello September

Un tempismo incredibile, questo autunno. E forse anche un po' di fretta: già l'ultima settimana di agosto qui a Novara ha portato temperature più basse e, anche senza eccessiva pioggia, almeno per ora - il meteo non è promettente - cieli grigi. Un'aria diversa. Sì, l'autunno potrà anche iniziare ufficialmente solo il 23, ma in realtà lo sappiamo, è già qui: anche se dovessero esserci di nuovo giornate più calde, si tratterà di rimasugli di un'estate già conclusa. L'autunno è già qui.

Io amo tutte le stagioni. Sì, sono una di quelle irritanti persone che trovano qualcosa di bello in qualunque periodo. Poi, certo, se le temperature sono ragionevoli, né da congelare né da liquefarsi, meglio; ma non ce la faccio a dire "l'inverno proprio no" o "l'estate non la sopporto". Sarà perché amo i colori. I colori di cui si veste il mondo quando cambia la luce e le giornate diventano più lunghe - o più corte. Amo osservare i paesaggi che mutano, fiabeschi sotto la neve, brillanti sotto il sole. Come amo i cieli: albe, tramonti, nubi che si accumulano rigonfie, distese azzurre. E le giornate come questa: fresche, con un bel venticello frizzante, ma luminose e limpide.

Quindi, ogni mese è benvenuto. Anche questo, iniziato tirando fuori di nuovo la coperta e mettendo da parte il ventilatore. Ogni mese porterà qualcosa di nuovo. Io inizio settembre con tante cose in mente, tante da progettare, tante, tantissime da scoprire. Con una storia da azzannare, perché questo mese è stata un po' restia a farsi raccontare - ma accumulo spunti, idee, conosco meglio i personaggi. Con gli Anathema e Weather Systems, con i Three Days Grace e Life starts now. In fondo questo serve, la speranza e una buona colonna sonora.


Immagine da qui.

5 commenti:

  1. Io adoro i colori e mi piace indossarli, specie in inverno.
    Ma l'estate la odio comunque! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Settimana prossima si prevede un sacco di pioggia :-/

      Elimina
  2. Tutto.
    Tutto ma non la pioggia, per favore.
    Caldo a quarantadue gradi, gelo polare, vento a cento chilometri l'ora.
    Ma la dannata pioggia no.
    Stava bene solo in Blade Runner, a anzi, dopo dieci minuti aveva stufato persino lì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace la pioggia... quando non ho in borsa libri o cose che si danneggiano con l'acqua.

      Elimina