giovedì 13 settembre 2012

Manie di lettrice






Qualche giorno fa ho letto questo post, dove l'autrice, Lorenza, parla dei propri vizi, abitudini e preferenze come lettrice.
Da bibliobulimica, maniaca della lettura, divoratrice di romanziraccontisaggitestiteatraliechipiùnehapiùnemetta, adoratrice degli scaffali ricolmi, come potevo non rispondere a questa call to arms? Perché, diciamolo, "noi lettori" siamo una specie a parte. Ci capiamo al volo, ci riconosciamo come fratelli (un po' come capita agli appassionati della stessa musica o della stessa band). Siamo una specie esuberante e ossessiva, e se ci date un po' di corda, preparatevi a delle conseguenze gravi. Siamo meno di quello che sarebbe il mio ideale in un mondo perfetto (non è un luogo comune, è vero: in Italia ci sono molti più aspiranti scrittori che forti lettori, il che è un dramma - posto che considerare "forti lettori" quelli che leggono un libro al mese mi pare un po' pochino). E a volte ci facciamo rifilare dagli editori dei "pacchi" allucinanti. O litighiamo ferocemente (e si sa, internet in questo senso favorisce gli isterismi).
Per quanto mi riguarda, leggo da quando ho memoria e non potrei farne a meno, punto. Che altro dire? Prima sono diventata una divoratrice di romanzi, poi ho desiderato di scriverne a mia volta. E nel corso degli anni ho sviluppato anch'io preferenze, manie e peculiarità:

- Scrivo il nome sul frontespizio dei miei libri - che dite, marco il territorio? ^^ - e quando leggo manuali o saggi sottolineo e prendo appunti ai margini senza alcuna remora; così come mi capita di sottolineare frasi o parti che mi colpiscono particolarmente nei romanzi. A matita, eh, ma so che alcuni di voi considereranno barbarico tutto questo. Però, che dire: voi non azzardatevi a scrivere sui miei libri (con l'eccezione delle Socie, che hanno un salvacondotto speciale e possono farlo^^), ma io amo vivere i libri anche in questo modo.

- Leggo più libri alla volta. Due o tre, in genere; spesso un romanzo e un saggio o un manuale, ma dipende dall'umore, da quello che ho sotto mano eccetera.

- Non concepisco un viaggio senza iPod, ma nemmeno un viaggio senza libri. Due o tre, perché anche se più o meno riesco a calcolare quanto potrei andare avanti, non sia mai che finisca un romanzo più velocemente di quello che pensavo e resti sprovvista di un altro da cominciare subito dopo!

- Quando vedo sconosciuti che leggono - in treno, sulle panchine, in libreria eccetera - cerco sempre di sbirciare il titolo del libro che tengono in mano.

- Accumulo troppi libri. La "pila" in realtà ormai è più una montagna. Mi limito, eh. D'altronde, quant'è bello pescare dal mucchio a seconda dell'umore?

- Quando passo davanti a una libreria entro sempre, salvo cause di forza maggiore. Mi controllo: esco anche senza aver comprato nulla. Ma aggirarmi tra gli scaffali, sbirciare, scoprire - per poi verificare a casa qual è il prezzo che mi offre Amazon - è qualcosa che adoro. Adoro le Waterstones inglesi. Sogno di girovagare per le grandi librerie di New York, magari sotto Natale, e sedermi a leggere con un bicchierone di caffè.

- Ebbene sì, lo confesso: mi piace sentire il profumo della carta. Alt, fermi: non è il preludio della solita tirata "sono meglio i libri degli ebook". Il formato mi importa poco, entrambi hanno dei pregi, e spero un giorno di potermi accaparrare un bel reader della Sony (*sospiro*); nel frattempo, mi accontento dei programmi di lettura ebook per il desktop. Ben vengano dunque i file digitali; ma se ho in mano un volume... be', il profumo della carta mi inebria.

- Rileggo. Libri interi, o scene, o frasi. Ma amo rileggere, scoprire nuovi significati e nuovi sapori nei libri che amo, notare dettagli, anticipazioni, elementi che mi erano sfuggiti la prima volta.

- Anobii, of course. Quanto mi piace vedere la mia corposa libreria su Anobii *___*


Immagini da Pinterest: uno e due.

10 commenti:

  1. Anche a me piace sbirciare i titoli degli altri. Qualcuno faceva notare che questa è la grande mancanza degli ereader! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Be', uno può sempre osare la domanda "Scusi, che modello è il suo reader?" e poi allargare il discorso a "E cosa sta leggendo di bello?" Magari si fanno anche nuove amicizie! XD

      Elimina
  2. unica cosa...
    come fai a leggere più di un libro alla volta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', magari uno lo leggo la sera prima di dormire, e l'altro me lo porto in giro, oppure li alterno a seconda di quello che mi va di più.

      Elimina
  3. La pila di libri versione montagna" Eh, non so più che emoticona mettere, se qualcosa così U__U o così *ç*. Ed è inutile prendere coscienza che ops!, è altina, eh? Non si può smettere di comprare ^^ L'ereader è vantaggioso anche per questo: ci stanno un sacco di romanzi e cuore non vede occhio non duole. E il grillo parlante non rompe le balle facendoti notare che ne hai già abbastanza.
    A proposito... sniffatrice! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E vogliamo parlare degli ebook a un euro? *ççç*
      Sniff sniff!

      Elimina
  4. Oddio, mi sembra di leggere me stessa! A parte due punti:
    - mai mai mai mai mai scriverei su un libro, nemmeno il mio nome. MAI! Non sopporto l'idea che si intacchi l'integrità del libro in sé, nemmeno uno spigolo "sbucciato"... anche se a furia di portarli in borsa poi succede... :( se trovo qualche passo interessante o finisce che lo vado a rileggere mille volte o lo scrivo su qualche foglio che poi inevitabilmente perdo xD
    - non sono capace di leggere più libri alla volta... è che mi immergo così tanto che non posso proprio staccarmi da quello che sto leggendo prima di aver finito...

    ...e quando penso a tutto ciò mi sento quasi una maniaca...O.O


    -Miss Hyde-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutti un po' maniaci, ognuno a modo suo ^^

      Elimina
  5. quanti punti in comune!!! i miei libri, tutti marchiati con nome, e mese anno d'acquisto, sottolineo e prendo appunti in un quadernone delle cose che più mi colpiscono. scrivo note, punti esclamativi e faccette ai lati! sbircio titoli degli altri, e un libro in borsa sempre c'è, nei viaggio 2-3 ovvio. pile di libri ovunque, ne leggo 3 per volta a seconda dell'umore direi e anche dell'argomento, certo mai due romanzi contemporaneamente. Librerie sono il mio mondo, l'odore e il contatto sono sublimi! e poi altra fissa: un libro all'anno di Hamingway, Banana Yoshimoto, Grossmann, e altri tra i miei preferiti. Quasi fosse un rito/punizione, da godere a piccole dosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che non sono l'unica a scrivere sui libri ^___^

      Elimina