sabato 19 gennaio 2013

In questo periodo

... Aspetto (sai che novità).
... Faccio. Un mare di cose.
... Mi arrabbio. Con me stessa quando mi distraggo invece che proseguire spedita come dovrei.
... Riscopro. I Dream Theater, da una settimana o giù di lì. un po' perché piazzo iTunes random e quando capita un brano che mi colpisce seleziono il gruppo in questione e lo rispolvero per bene. un po' perché periodicamente Socia Vale li riposta on line e allora mi riprometto (per la ventordicesima volta) "ok, a parte Images & Words e Awake, diamo una chance a quelli recenti". Dei quali però, spesso, salvo alcune canzoni, mentre dormo durante le altre. Vabbe'.
... Vado su e giù. Come umore, concentrazione, progetti. (Se vi chiedete cosa significhi che un progetto va "su e giù", be', tenete presente questo:
Ecco. Non ricordo la fonte dell'immagine, purtroppo. Ma il concetto è: in questo momento saltabecco da una fase all'altra senza fermarmi. Peggio delle montagne russe.)

... Scrivo. oscillando nell'arco di mezz'ora dal "non ce la farò mai a dare al progetto M. una forma accettabile, è un guazzabuglio inverecondo e non ho idea di come cavarmela" al "però il mio Protagonista Coglione è interessante! Però lei mi piace, anche se mi dà un sacco di grattacapi! Però in fondo non è male questa idea!"
... Cambio idea. Un milione di volte. Del tipo, tre minuti fa pensavo "no, oggi sul blog non posto niente".
... Bevo caffè. Tanto. Ma tanto tanto. Una moka da tre appena sveglia. Una quantità indefinita di caffè nel resto della giornata. Ci sono i gruppi per "Caffeinomani Anonimi"? Probabilmente no, visto che il nome sembra uno scioglilingua.


... Parlo con le persone. Amiche che non vedevo da tempo, con le quali poi scopro di avere esperienze comuni a tal punto che è quasi inquietante.
... Mi stupisco. Di quello che ho fatto e di quello che ancora devo fare. Delle parole che mi dicono le persone. Per la serie "ma davvero pensi questo di me? Non ci credo". Che volete farci, se qualcuno mi insulta accuso il colpo, se qualcuno mi fa un complimento la mia reazione spontanea in genere è "AHAHAHAH. Divertente."
... Progetto. Programmo. Spero. Accumulo. Elenco.
... Fremo. Per la voglia di sapere, di scoprire, di vivere ciò che mi attende. Per un'invincibile paura che, però, bisogna ignorare. Vivere giorno per giorno: quant'è dura accettarlo.
... Aspetto, appunto. Come sopra.

Una canzone-simbolo di questo periodo? Here you are:

There was no time for pain, no energy for anger
The sightlessness of hatred slips away
Walking through winter streets alone
He stops and take a breath
With confidence and self-control

I look at the world and see no understanding
I'm waiting to find some sense of strength
I'm begging you from the bottom of my heart to show me understanding

I need to live life like some people never will
So find me kindness
Find me beauty
Find me truth
When temptation brings me to my knees
And I lay here drained of strength
Show me kindness
Show me beauty
Show me truth

The way your heart sounds makes all the difference
It's what decides if you'll endure the pain that we all feel
The way your heart beats makes all the difference
In learning to live
Here before me is my soul, I'm learning to live
I won't give up till I've no more to give (...)

Once you're touched you stand alone to face the bitter fight
Once I reached for love and now I reach for life

Another chance to lift my life
Free the sensation in my heart
To ride the wings of dreams into changing horizons
It brings inner peace within my mind,
As I'm lifted from where I've spilt my life
I hear an innocent voice
I hear kindness, beauty and truth

The way your heart sounds makes all the difference
It's what decides if you'll endure the pain that we all feel
The way your heart beats makes all the difference
In learning to live
Spread before you is your soul, so forever hold the dreams within our hearts
Through nature's inflexible grace
I'm learning to live

4 commenti:

  1. Dai, aspettare scrivendo non e' cosi' male, anche se le attese sono sempre, in qualche modo, snervanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. L'importante è non stare fermi nell'attesa. Fare quello che si può e si deve... e pazientare mentre anche il resto del mondo si muove.

      Elimina
  2. E' un bilancio accurato, sembra che tu abbia scritto tutto quello che pensi, fai, dici, scrivi, provi in questo periodo... spero che tu possa scrivere presto un altro post con le risposte ai dubbi e alle attese di questo momento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubbi e attese non finiscono mai, si trasformano soltanto. Ma grazie. Avere tante cose in ballo è positivo.

      Elimina