lunedì 7 gennaio 2013

TWL... io?

Sgrunt.
Recalcitro, perché, per costringermi a tornare sulla storia in lavorazione - ve ne ricordate? La chiamiamo M. - ho deciso di abbinare bastone e carota.
Per svariati motivi, a novembre e dicembre la mia produzione si è praticamente azzerata. Ok, avevo da terminare una revisione. Ok, un sacco di cose mi hanno piallata e la voglia di concentrarmi sulla scrittura - per tirarmi poi fuori da una storia non impantanata, no, ma di sicuro parecchio complessa - era inesistente.

Scrivere è questione di muscoli - della mente, dell'immaginazione, ma sempre muscoli sono. L'allenamento costante - ovvero il nullo die sine linea, che si tratti di scene di un romanzo, di racconti, di appunti, di post su un blog... - serve non solo a migliorare, ma anche a sconfiggere il sempre insidioso "oggi non ho voglia, oggi non sono ispirato, ma sì, recupero domani". Nein. Io - sempre a rischio procrastinazione & distrazione - sono la prima ad autofustigarmi ripetendo: palle! La voglia ce la metti. L'ispirazione la fai arrivare. Non che sia sempre facile, anzi. Non che io ci riesca tutte le volte. Ma devo riuscirci più volte che posso. La massima dev'essere I write when I'm inspired, and I see to it that I'm inspired at nine o'clock every morning, che ho trovato attribuita a Peter DeVries (ma ho trovato anche la variante di Faulkner, I only write when I am inspired. Fortunately I am inspired at nine o'clock every morning). Di chiunque sia la frase, qualunque sia l'orario che preferite, il succo è quello.

Visto che è molto più facile rompere le scatole agli altri che fare i bravi in prima persona, sono specializzata nel fustigare le Socie per spronarle a scrivere. Stavolta sono io che chiedo di essere fustigata. Ergo, To Write List (definizione che nasce da una rubrica inventata da Gianluca Santini, che consiste nel fissare all'inizio di ogni mese un obiettivo di scrittura da raggiungere nelle successive quattro settimane). Trentamila parole, in gennaio: questo è il mio obiettivo, mille al giorno (con un giorno bonus, visto che il mese ne ha 31). Con un premio se ce la faccio, che aggiunge sprone allo sprone. Socia Sam mi ha esortato a rendere pubblico l'impegno, il che è un'ulteriore spinta. Perciò, ecco il post. Si tratta della mia prima TWL ufficialmente dichiarata, perché in genere tengo per me questi obiettivi e me la cavo o fallisco in solitudine... ma stavolta buttiamoci.

Siamo al sette: il bilancio dei primi sei giorni è quello che vedete nel contatore in alto a sinistra nella pagina, 7854 parole (oggi non mi ci sono ancora messa). Sono un pochino sopra la media, quindi ok. Sono soddisfatta? Ni. Sì perché ho ripreso a scrivere e la storia procede - sgangherata, imperfetta e piena di lungaggini da scorciare, parti da sistemare e dettagli da aggiungere, come tutte le prime stesure, ma procede -, no perché dovrei essere più concentrata e perdermi di meno, ottimizzare il tempo, in modo da produrre ancora di più. Trentamila è un bell'obiettivo, ma non è così arduo: un mese di NaNo ne richiederebbe cinquantamila.

Quindi, sotto con tazze di caffè e di tè, appunti sotto mano, e via, a scrivere.

Sì, mi piacciono le tazze. Lo so, ve l'ho già detto.

14 commenti:

  1. E' lo stesso metodo che uso anche io. Ad aspettare la "divina ispirazione" non si cava un ragno dal buco. A volte bisogna sforzarsi, magari si prende la mano e le pagine scorrono lo stesso.
    A inizio dicembre avevo provato un personale NaNoWriMo, ma ho sforato di brutto arrivando all'anno nuovo con ancora metà del romanzo da scrivere.
    Tutti i miei auguri per il TWL, dacci dentro, socia. *fa schioccare la frusta*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè, la TWL dà diritto a chiunque di frustarmi? No, eh? è___é
      Io ho vinto il mio unico personale NaNo mentre stavo lavorando al romanzo precedente a questo, senza accorgermene: a fine mese ho verificato che avevo superato le cinquantamila in modo tranquillo e indolore. Ma naturalmente mi succede quando non sono in gara per il NaNo ufficiale, a cui, per un motivo o per l'altro, non sono mai riuscita a partecipare; l'unica volta che ci ho provato il progetto è abortito dopo pochi giorni... Vediamo l'anno prossimo ^^'

      Elimina
    2. Ma io ti frusto perché ti voglio bene ç_________________ç
      Sono frustate di solidarietà <3

      Le cose ufficiali mettono ansia! ò_ò

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    4. Ops, mi sa che tra i due commenti ho eliminato il doppione sbagliato, sorry. Il concetto comunque era lo stesso, mi sembra. Grazie delle frustate, allora, "com'è umana lei..." (cit.) ^^

      Elimina
    5. Scusa, Blogspot e io non andiamo molto d'accordo ^^"
      Life starts now, girl è_é /

      Elimina
    6. That's so true!
      (Ok, attimo di raccoglimento con bavetta all'angolo della bocca pensando a Adam *sospiro*)

      Elimina
  2. Mwahahahahahahahaaaaaaa! Scrivi, SMI! Dammi il buon esempio ^^
    La TWL pubblica aiuta tantissimo per darsi lo sprone quando non c'è il NaNoWriMo. E aiuta anche fissare un piccolo premio da concedersi.
    Buon lavoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivo, scrivo. Poco fa ho pure avuto una mezza illuminazione *___* Che mi sa allunga ulteriormente il brodo... ma vabbe', una volta scritta la prima stesura con tutta la dinamica, si taglia il superfluo.
      Peraltro, è talmente incasinata, questa stesura, che per la prima volta non riesco nemmeno a dividere i capitoli. Ho un amalgamarsi di scene con diciture tipo "capitolo ?" che compaiono qua e là. Sarà anche che salto avanti e indietro a seconda di impulso/idee/sensazioni ecc.

      La tua risata inquietante è davvero inquietante.
      Io comunque scrivo, ma pure tu, recluta, datti da fare! Altrimenti, cinquanta giri di corsa intorno al palazzo! è___é

      Elimina
  3. In bocca al lupo con la tua sfida con te stessa!
    Forse dovrei fare anch'io una cosa del genere, ma io dovrei/vorrei fare troppe cose contemporaneamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però sai quali sono le più importanti... buttati su quelle! ;-)
      La TWL è un ottimo modo di autodisciplinarsi un po', prova, una volta o l'altra ^^

      Elimina
  4. Anch'io dovrei darmi degli obiettivi! Il mio word count di gennaio è ancora a 0, se si escludono blog, documentazione al lavoro e un flame su HP...
    Ecco, magari un obiettivo per me più realistico! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Non fare il pigro! ^___^

      Elimina
    2. Dai, avevo una recensione sul gozzo, un progetto da organizzare (di cui parlerò a breve)... e quella dannata discussione sugli archetipi, gli eroi in viaggio e la metafisica. Avrei quasi preferito restare ignorante! :D

      Elimina