martedì 5 marzo 2013

Once Upon A Time & The Walking Dead: a che punto siamo

(Ovviamente, spoiler in tutto il post!)

Lo so, è da parecchio tempo che tralascio l'appuntamento con le serie televisive. Per un motivo o per l'altro, ho saltato un post, mi sono detta "sì, poi recupero"... e alla fine arrivo a farlo solo oggi. Ho continuato a seguire le mie quattro serie "regolari" - Big Bang Theory, How I Met Your Mother, Once Upon A Time e The Walking Dead -, ma assodato che le prime due proseguono su binari standard, mi concentrerò sulle ultime. Una volta riportata una notizia letta da poco: HIMYM non si conclude con questa ottava serie, come sapevo all'inizio, ma ci sarà una nona, l'anno prossimo, con - finalmente! - la Madre del titolo. Quindi matrimonio di Barney e Robin alla fine di questa, con, presumibilmente, incontro con la famosa Madre, e relazione alla "vediamo come Ted incasina anche questa" nella nona, fino alla lieta conclusione. Considerato che la qualità si è risollevata, mi fa piacere. Sono affezionata a questa serie ^^

Due parole, ora, per riprendere il filo delle altre. Once Upon A Time: ero arrivata a commentare qui fino alla puntata 13, quella in cui Belle ri-perde la memoria a causa di quel *ç°à/! di Hook. Da lì in poi è successa una quantità di cose: giganti a Storybrook, l'alleanza Cora-Regina - roba da far venire i brividi... La serie si fa parecchio complicata, più di prima, insomma; con un sacco di fili che attendono di essere riannodati. C'è chi vuole tornare al mondo delle fiabe - forse grazie ai fagioli magici del gigante di cui sopra, che si è alleato ai "buoni? - e chi vuole restare nel mondo in cui si trova. Gold, Emma e Henry vanno a New York in cerca di Bae, e ohibò, indovinate un po' chi è? Be', quello che avevano previsto un po' tutti, ovvero il padre di Henry, Neal. E mentre Cora e Regina tramano - quest'ultima con qualche dubbio, nell'ultima puntata - e conquistano il pugnale che permette di controllare (e uccidere) Rumplestiltskin (e mo' so' cazzi, come dire), e Gold viene ferito gravemente da Hook (ma farlo fuori, 'sto stronzo? Damn), forse bisognerebbe ricordare anche che c'è un intruso, a Storybrook, un tizio qualsiasi che ha visto, e più di una volta, la magia in azione e se ne sta lì a ficcanasare...
Il rischio di dimenticarsi dei pezzi c'è, perché il puzzle si sta facendo complesso (e tanto per dirne una: dove cavolo è finito Pinocchio?) Gli sceneggiatori sono giocolieri con una quantità pazzesca di clavette in aria e voglio proprio vedere come risolveranno tutti gli intrecci. E la domanda è: sono soddisfatta di questa seconda serie?
Uhm. Tutto sommato sì, perché la voglia di proseguire c'è sempre ed è tanta. Qua e là qualcosa scricchiola e mi convince meno, ma i personaggi, almeno i migliori, continuano a funzionare - anche se Snow che adesso rischia di scivolare verso la cattiveria... mah - e ogni volta che un nuovo disastro capita ai miei favoriti sono tipo AAAAUGH! alla Charlie Brown. Ma ormai mi sto rassegnando: il mio prediletto, Rumple/Gold, è in mezzo a troppi guai, e ha una testaccia troppo dura, per arrivare all'happily ever after. E ora gli tocca pure fare il nonno...
We'll see.


The Walking Dead: ah. Ah ah. Ah ah ah.
La terza stagione ha regalato delle belle puntate, nulla da dire. E prima della pausa natalizia eravamo rimasti con Merle e Daryl nei guai, costretti a dover combattere l'uno contro l'altro. E poi?...
Eh. Poi si è ripresa l'alternanza di momenti fighi - Daryl, Daryl, Daryl, diciamolo, e Michonne -, dettagli splatterosi - in fondo si parla di zombie - e puntate da latte alle ginocchia. Rick è sbroccato totalmente, mo' vede pure i fantasmi. Il Governatore non fa nemmeno più finta di essere un bravo ragazzo, e quella scema di Andrea non se ne accorge; o, quando comincia a sospettarlo, preferisce viaggiare con le fette di prosciutto sugli occhi e "parlamentare". Dando origine alla puntata più noiosa che mi venga in mente: lei che va alla prigione, mentre Tyreese & gruppetto arrivano a Woodbury, tanti bla bla (maddai...) e alla fine si torna al punto di partenza. E quando Andrea sembra sul punto di fare la Giuditta trasformando il Governatore in un Oloferne, chi ci crede? Nessuno, nemmeno per un secondo. Una puntata intera e l'unica cosa (forse) significativa per il futuro è che Tyreese & Soci (tanto sono comparse destinate a brutta fine) hanno informazioni sulla prigione che potrebbero essere utili al Governatore. E l'episodio della scampagnata Rick-Michonne-Carl? Ha dei begli elementi - il ritorno del tizio che aveva aiutato Rick alla primissima puntata, sbroccato pure lui e solo dopo la morte del figlio, i minuti finali con lo zaino dell'autostoppista che i tre avevano rifiutato di aiutare raccattato senza batter ciglio perché in tempi di zombie non si butta niente. Suggestiva la cittadina infarcita di trappole, intense le scene tra Rick e l'amico folle. Ma? Perché il ma c'è, lo sapete. Mentre si gettano i semi (ohmmiaddeah) per una liason Rick-Michonne (speriamo si limitino a una simpatia utile a tenera la tostissima spadaccina nel gruppo), il risultato di tutta la puntata è raccattare qualche arma e tornare alla prigione. Che è vicinissima alla cittadina d'origine di Rick & family, deduco. Sul serio? Di tutta l'America, 'sta gente percorre giusto un fazzoletto di terra... E la sensazione di staticità permane.
Al prossimo giro torna la guerriglia contro il Governatore. Speriamo...



8 commenti:

  1. Ma in realtà una lovestory Rick/Michonne ci sta. Ma come al solito manderanno tutto in vacca.
    È una certezza. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è quello che mi preoccupa, non la love story in sé. *uff* Io non ho letto il fumetto, ma mi sembrava di aver sentito che Michonne si metteva con Tyreese, o è una stupidaggine?

      Elimina
    2. Non posso aiutarti, non l'ho letto nemmeno io. XD

      Elimina
    3. Li considero due opere separate e mi importano relativamente le differenze (considerato poi che Daryl e Merle sono tra i personaggi più interessante e nel fumetto non ci sono). Cercherò informazioni on line ^^

      Elimina
    4. Sono due opere separate, infatti. :D

      Elimina
    5. E dovrebbe essere sempre così. Intendo, giudicare libri e film, o fumetti e film, separatamente.

      Elimina
  2. Io sono una fanatica di RumBelle, del resto dei personaggi m'importa davvero poco XD
    Il fatto che la mia ciccina abbia perso la memoria e che tutti si sbattano per ammazzare Rumple mi crea scompensi e mi rende difficile andare avanti con la visione.. anche io come te sono tutta un AAAARGH!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono una shipper di Rumbelle! Che ansia, maledetti >_< Rumple comunque pure lui ci mette del suo, mannaggia...

      Elimina