martedì 26 marzo 2013

Videoclip: Alice Cooper - Gimme

Ecco un altro di quei videoclip a cui sono affezionata. Anno 2000: avevo diciotto anni e per la prima volta potevo godermi l'uscita di un nuovo disco in studio di Alice Cooper, il mio primo mito hard rock/metal. Prima di Brutal planet, infatti, lo zio Alice (io lo chiamo sempre così, abbiate pazienza) aveva realizzato The last temptation nel lontano 1994, quando ancora io non seguivo abbastanza la musica da poter vivere la pubblicazione di quel disco. Nonostante, diciamolo, conoscessi Alice dai tempi delle elementari, grazie a mio fratello maggiore. I miei primi ascolti in ambito metal & dintorni? Cinque cassettine (sì, cassette... altri tempi) contenenti proprio The last temptation e Hey stoopid di Alice Cooper, Who made who degli AC/DC, Superunknown dei Soundgarden (sì, era periodo grunge) e No more tears e The ultimate sin di Ozzy.

Brutal planet, dunque. La virata più modernista e con chitarrone rocciose di Alice Cooper, tentativo di svecchiarsi, con un singolo, Gimme, che vi propongo oggi come videoclip da riscoprire. Una canzone che ho sempre adorato, all'interno di un disco di sicuro insolito per il nostro eroe, ma comunque piacevole. A scanso di pasticci di Blogspot, trovate il video a questo link, oltre che incorporato qui sotto: un pezzo dalle liriche in puro stile Alice, con il demonio a parlare in prima persona (prima o poi userò questo pezzo in una soundtrack di qualche storia ghghgh), una simpatica autocitazione (I really hate to repeat myself but nothing's free, le ultime parole sono il titolo di una canzone di The last temptation; la frase completa però la trovate nella versione in studio, un po' più lunghetta, non nel singolo usato per il video) e il solito indiscusso carisma dello "zio", teatrale e fascinoso, che mi fa sempre pensare al demoniaco Pacino de L'avvocato del diavolo. E un finale di video a sorpresa...

P.S. Notate la scenografia (il "teschio" iniziale composto da tavolo, sedie e macchie sulle pareti, per esempio), le luci, il gioco di immagini con trucco/senza trucco, la pronuncia sssibilante di Alice-serpente tentatore... Adoro quest'uomo!

6 commenti:

  1. Quanto tempo è che non passo a commentare? Son brutto e antipatico. :( Però ti leggo sempre... e anzi, oggi ti nomino pure a questo premio:

    http://glaucosilvestri.blogspot.com/2013/03/liebster-award.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Due nomination in un giorno ^^ Appena posso compilo il post. Ciao!

      Elimina
  2. Anche io...e mi piace perchè è sempre stato coerente con se stesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo zio Alice è un caposaldo. Inossidabile ed eternamente carismatico.

      Elimina
  3. Siamo sulal stessa lunghezza d'onda. Io in questi giorni sto ascoltando tantissimo Hey Stoopid. Alice è unico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un mito! E continua a esserlo anche ora a sessantacinque anni ^^

      Elimina