martedì 12 marzo 2013

Visitors - ieri e oggi

Martedì è giorno privilegiato per parlare delle serie tv. Questa settimana però non vi propongo un post su Once Upon A Time, The Walking Dead e così via, ma su una serie chiusa - e su quella anni Ottanta che le ha dato origine. Come sempre, occhio agli spoiler.

Dei Visitors avevo già parlato anche nel mio vecchio blog, ma, considerato che da allora è stato realizzato - e cancellato - anche il "remake", o "reboot", insomma, una nuova serie che parte dalla stessa idea, direi che posso cogliere l'occasione per parlarne. E infliggervi un'altra delle mie deliranti manie, by the way.
V (1984) - Michael Ironside and Marc Singer  Ham Tyler (Ironside) era un GRANDE!Dunque. 1983. Visitors, serie fantascientifica di Kenneth Johnson, basata sull'arrivo di alieni che, dietro l'apparenza di un aspetto umano, nascondevano sembianze da rettili e, fingendo di "venire in pace", erano intenzionati a rubare l'acqua del nostro pianeta, nonché a deportare gli umani per usarli come soldati (in una guerra contro un non meglio precisato nemico del loro leader) o direttamente come cibo. Gli umani che scoprono le loro intenzioni organizzano una resistenza clandestina.
Pur con tutti i difetti e le ingenuità tipiche dell'epoca, Visitors aveva idee, personaggi, emozioni. Ok, gli effetti speciali, soprattutto per le maschere dei rettiloni, non erano quelli strabilianti di oggi, ma non erano nemmeno poi così terribili. E ok, la trama non era esente da buchi. Ma i momenti indimenticabili sono molti: il lento costruirsi della tensione quando sui Visitatori così amichevoli iniziano ad addensarsi i sospetti, il primo orribile pasto a base di topi vivi, la lettera del vecchio Abraham in attesa di morire, il processo di conversione subito dalla protagonista femminile Juliet - un allucinante lavaggio del cervello -, la morte dell'anziana Ruth così coraggiosa, il famosissimo parto dei gemelli concepiti da una ragazza umana e da un alieno...
Juliet Parrish from V.  In looking for a picture I discovered she and her husband Stephen Collins (Star Trek The Motion Picture) are divorcing.  Sad news in the SciFi world.Soprattutto, al di là della palese metafora Visitatori = nazisti, la serie godeva di una schiera di personaggi molto ben costruiti: Diana (Jane Badler), la cattiva per eccellenza, dallo sguardo crudele e duro come il ferro, e Ham Tyler (Michael Ironside, un attore che adoro, bad guy con i fiocchi in Scanners e Atto di forza), il mercenario freddo e ironico: l'ho amato alla follia fin dalla sua entrata in scena ed è l'unico personaggio per cui fangirlegg... ehm, che si salva sempre, persino nel disgraziato sequel (di cui vi parlo più giù) dall'atroce sceneggiatura; ma anche la coppia di protagonisti, Mike Donovan (Marc Singer) e Juliet Parrish (Faye Grant) è abbastanza credibile da non cadere nello stereotipo, con una love story che si sviluppa senza eccessi di zucchero, e la precarietà della situazione - i due sono a capo di uno sparuto gruppo di ribelli, sempre in fuga da un rifugio all'altro - permette di approfondirli. Ho sempre apprezzato, per esempio, il modo in cui viene caratterizzata Juliet, una scienziata che si trova a capo di guerriglieri improvvisati, impreparata ma coraggiosa, che si mostra forte ma cede alle lacrime quando nessuno può vederla - solo che, a differenza di quanto capita in troppi romanzi in circolazione al momento (in particolare fantasy, ahimé), lei non è una Mary Sue frignona, ma una donna gettata in una realtà dura e difficile, che si arrabatta meglio che può per infondere coraggio agli altri e resistere senza perdere la speranza. Oltre ai protagonisti, poi, non manca una schiera di comprimari ben definiti e capaci di dare profondità all'universo rappresentato: Martin l'alieno che aiuta i terrestri, il timido visitatore William (un Robert Englund, sì, proprio "Freddy Krueger", impacciato e imbranato), lo sbandato Elias che aiuta i ribelli grazie alle sue connessioni con la malavita, e tanti altri.
Questo sempre riferendomi alla prima serie - che negli USA trovava conclusione con The Final Battle, in cui i ribelli vincono la guerra grazie a un batterio trovato nel corpo della bimba-ibrido, innocuo per lei e per gli umani ma non per i Visitatori. La seconda era molto più pasticciata, molto meno ben scritta, molto più pacchiana, trasformava i temibili e crudeli alieni in una specie di società tribale, per non parlare del fatto che la questione della "figlia delle stelle", la bambina nata da una terrestre e da un visitatore, era gestita malissimo e spesso, come tante altre parti di questa seconda stagione, sfiorava il ridicolo.

visitors_1983   Visitors dizisinin bu eski (Freddy Kruegerlı yani Robert Englundlu Michael Ironsidelı) halini hatırlayan var mı acaba :)

Arriviamo al 2009, che vede la prima di due stagioni di V, remake che parte bene: interessanti idee, un certo ritmo, almeno all'inizio, una cattiva, Morena Baccarin-Anna, che non fa rimpiangere la Diana di Jane Badler. Certo, le differenze con l'originale sono molte, ma al di là della curiosità da fan - e, non so se si è capito, io sono fan dei Visitors originali, conosco la prima serie letteralmente a memoria - mi importa poco se e quanto la trama di un remake si discosta dall'originale, se il risultato è buono. Quello che mi è piaciuto, di questa serie, è stato il fatto che non risparmia momenti crudi - cito la spia aliena scuoiata, per esempio -, nonché alcuni personaggi - oltre ad Anna, l'agente dell'FBI Erica, protagonista (Elizabeth Mitchell), il mercenario Kyle (Charles Mesure), abbastanza intrigante, anche se là dove Ham/Michael Ironside conquistava con tonnellate di carisma, lui ha più che altro una certa gnokkaggine...
vTuttavia, presto le puntate si fanno inconcludenti, e la serie pare non approdare da nessuna parte, l'irritazione nei confronti degli altri personaggi - per esempio Tyler, il figlio di Erica: mamma mia che odioso, tanto che quando *SPOILER* crepa nell'ultima puntata penso che chiunque abbia esultato; oppure Ryan (Morris Chestnut), partito bene, ma poi scaduto parecchio - cresce, e i discorsi assurdi sull'anima che i Visitatori voglio "cercare" per sconfiggere l'umanità oscillano tra l'inverosimile e il ridicolo. E quando finalmente si vede un aliena "nuda", cioè senza pelle, con il corpo che ha... come accidenti fanno a rinchiuderla in un involucro umano? Almeno i visitatori degli anni Ottanta avevano una conformazione fisica molto simile alla nostra, salvo "dettagli" come la pelle, gli occhi, il veleno e così via. Menzione di merito, comunque, per il cameo di Jane Badler, nei panni di Diana, madre di Anna, regina aliena ancora magnetica quanto lo era da giovane nell'altra serie (i personaggi condividono il nome, ma non sono gli stessi, sia chiaro), che ha una splendida scena di *SPOILER* morte per mano della figlia (con memorabile battuta "That's how you kill your mother!"). Nell'ultima scena appare anche Marc Singer (il Mike della serie originale), invecchiato malissimo, nei panni del capo di un'organizzazione supersegreta e potentissima che si propone di resistere agli alieni... e di cui non sapremo nulla, perché V è stato chiuso senza che la terza stagione venisse girata. L'ultimo episodio era disastroso e drammatico, per i buoni: non ci è dato sapere come gli sceneggiatori li avrebbero tirati fuori dai guai.
Insomma, una serie che non ha saputo mantenere le promesse e sfruttare le buone idee, perdendosi ben presto lungo la strada. E poi, diciamolo: quanto accidenti era bella la sigla originale? Una roba da brividi! Una delle musiche migliori che abbia mai sentito in una serie tv.

Un altro caposaldo: confrontate la scena del pasto a base di ratti, realizzazione artigianale del 1983 v/s effetto-computer.

27 commenti:

  1. Sono talmente affezionata all'originale che non ho nemmeno provato a guardare la nuova...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono talmente affezionata all'originale che non potevo non guardarla XD Ma non c'è nemmeno da fare il paragone...

      Elimina
  2. Visto una volta sola, da bambina: era '86 e avevo 10 anni. Ricordo solo sprazzi di scene, ma ricordo che aveva appassionato tutta la famiglia. Non l'ho più visto da allora, eppure la colonna sonora non l'ho mai - mai - dimenticata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio assolutamente di rivederlo. Io so a memoria battute, inquadrature, tutto: ero piccola quando andò in onda, ma lo avevamo registrato e da allora ho consumato il nastro delle videocassette. Una delle mie debolezze XD

      Elimina
  3. Da piccola ero terrorizzata anche solo dalla pubblicità quindi ho evitato Visitors per molto tempo, poi parecchi anni fa sono riuscita a vedere quelle che mi sono sembrate un paio di miniserie riassuntive dell'originale, nelle quali spiccava un Robert Englund stranamente buono!
    Però non sono mai riuscita a recuperarla per intero, mentre il reboot moderno non mi ispira molto, nonostante la presenza della Juliet di Lost...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il reboot ha dei momenti interessanti, ma sono malamente sprecati per tanti motivi.

      Elimina
  4. Non ho mai visto l'originale, ma questa nuova serie l'ho abbandonata quasi subito. Sono arrivato con fatica al finale della prima stagione. Con fatica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda subito l'originale allora! DEVI!

      Elimina
  5. Visitors è una serie STREPITOSA, bellissima!!!!!!!!!! (la prima serie naturalmente)...l'inquetante faccenda degli alieni cattivissimi mi piaceva tanto :)

    RispondiElimina
  6. E vogliamo parlare della sigla????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una delle musiche più belle che abbia mai sentito in un film o telefilm ^^

      Elimina
  7. Pff...la nuova serie è bellissima! E' molto più intrigante dell'originale e poi non si parla solo dell'anima umana ma anche del piano di continuità della specie usando gli umani.
    E' stupenda ed è un vero peccato che sia stata interrotta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fosse continuata, avrei continuato volentieri a seguirla. Per quanto mi riguarda, la prima stagione aveva alti e bassi, alcune idee interessanti e altre che mi hanno convinto meno.
      La serie vecchia aveva ingenuità tipicamente anni Ottanta, ma un lavoro migliore sui personaggi (almeno la prima stagione), IMHO.

      Elimina
  8. la prima serie è bellissima. almeno le prime puntate, fino alla cacciata dei visitatori grazie alla "polvere rossa"... l'ho guardata dopo trent'anni e direi che mi ha proprio entusiasmato.
    la nuova serie? neanche presa in considerazione.
    la prima sigla? straordinaria!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sulla prima serie & sigla ^^ la nuova serie ha sprecato il potenziale che aveva...

      Elimina
  9. Andrò controcorrente, ma io ho amato la nuova serie, soprattutto Anna. Mi è dispiaciuto davvero quando l'anno chiusa. Non sono d'accordo sul fatto dell'anima: un discorso sul rimuoverla è ridicolo per un umano, ma non per alieni del tutto estranei ai concetti 'spirituali' e convinti che anche l'anima sia una cosa materiale. In sostanza, io ho trovato la nuova serie intrigante e avvincente, con molti personaggi ben costruiti (e per quelli più insipidi dico: non devono mica essere tutti simpatici)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi la riguarderò, per vedere che impressione fa la seconda volta :-)

      Elimina
    2. Anche se ammetto che non ho mai visto l'originale...non ce la faccio proprio, con nessuna serie anni 80 o giù di lì, quando vedo quei mascheroni di gomma e l'audio effetto eco mi vengono i brividi. Ho visto la scena del parto dei gemelli e quando è uscito il secondo mi sono messa a ridere.
      Sarà che le prime serie che ho visto erano in hd e con effetti speciali fatti al computer. (Immagino di non dover dire quale pasto a base di topi preferisco)

      Elimina
    3. Sì, gli effetti speciali fanno sorridere, ma io non ho problemi a contestualizzarli, anche perché li ho visti direttamente all'epoca. Mi sono affezionata alla serie prima di immaginare che cosa si sarebbero inventati poi ^^

      Elimina
  10. Io invece sono partita direttamente dagli effetti super realistici al computer, vedere serie o film vecchi, soprattutto fantasy/fantascientifici mi fa strano. Comunque giuro che la chiudo qua, so di essere logorroica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aggiungo un'ultima cosa e poi proprio stop. Per quanto l'aliena 'nuda' mi sia piaciuta (cioè, da i brividi e pensare che anna o ryan siano così ne da ancora di più), più che a come fanno a metterle la pelle umana, non ti fa più strano pensare a queste lucertole che usano quei super computer o dormono in letti o guidano le navette, o anche solo usano i vestiti? (Perché presumo che queste cose le facciano sempre, ma che la pelle l'abbiano messa solo avvicinandosi alla terra, tipo i V sulla flotta di invasione non credo siano umani)

      Elimina
    2. Fa strano sì! Avessero rinnovato la serie magari si sarebbero viste... oltre a fornire risposte a svariate domande rimaste in sospeso :-/

      Elimina
  11. Intendi la flotta? Comunque da un certo punto di vista un po'avrei paura di vedere una terza stagione, perché le mie simpatie andavano ad Anna e ai V e quasi sicuramente avrei dovuto vedere la sua morte, probabilmente, il mio peggior incubo, per mano di quel girino insipido e senza spina dorsale di lisa (che per me sarebbe una pessima regina per i V, non è minimamente all'altezza di sua madre da nessun punto di vista, avrei preferito che Anna impalasse anche lei)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non è che Lisa fosse indimenticabile, ecco... (come già citato, "That's how you kill your mother!" :-D )

      Elimina
  12. Già, Anna è vera regina. Il mio incubo è Lisa che uccide Anna nello stesso modo in cui lei ha ucciso Diana, aggiungendo qualcosa come 'questo me lo hai insegnato tu'. Ho i brividi solo a pensarci. Comunque è bello parlare di una serie tv con un altra appassionata, in genere ho solo mia sorella che usa la tecnica 'sorridi, annuisci, e non far vedere che la consideri un po' fuori di testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scena che descrivi è orrenda, orrendamente cliché e... sarebbe stato orrendamente verosimile che la realizzassero ^^'
      E grazie :-) qui da me nessuno considera strambo qualcuno perché ci si appassiona alle serie tv! ;-)

      Elimina