giovedì 4 luglio 2013

Tecnologie

Se solo penso a tutte le cose straordinarie che oggi possiamo fare - e che gli adolescenti danno per scontate - ma che erano fantascienza quando io ero minorenne, un po' gira la testa. I navigatori che ti portano ovunque, internet che consente di trovare informazioni, notizie, di conoscere gente e mantenere i contatti con gli amici lontani, Skype e le videochiamate, musica e film a disposizione in brevissimo tempo eccetera. Fantastico. Non potrei farne a meno (anche se sono contenta di aver conosciuto pure il "preistorico" mondo precedente, quello senza Facebook e i download).

Nel rovescio della medaglia, tuttavia, rientra anche la rapidità con cui le nuove tecnologie cambiano. Per esempio, circola voce che non sarà più possibile seguire i blog tramite l'home page di Blogspot (i "lettori fissi" lì a destra, nella colonnina, li vedete?) Non so da quando, non ho neanche voglia di informarmi: correre dietro a tutti i mutamenti mi esaurisce, in questo periodo. L'alternativa più gettonata, per ovviare al problema, è Bloglovin': sì, anche in questo caso, colonna di destra, bottoncino, quello bianco e azzurro. Mi potete seguire così, ma, soprattutto, quello che mi ha convinto a iscrivermi è il fatto che il sito ha importato automaticamente i blog che stavo seguendo da qui, così che, quando avverrà l'Apocalisse, non perderò i link che mi interessano.

Altro cambiamento recente, che mi irrita parecchio di più: il passaggio Goodreads-Anobii. Per chi non lo sapesse, si tratta di siti che consentono di creare la propria libreria virtuale: utilissimi per tenere nota delle letture, condividere pareri ecc. Un tempo mi scrivevo un elenchino anno per anno, su carta...
Entrambi i siti sono attivi, non c'è nessun crollo in vista: ma mi pare che il mio caro vecchio Anobii sia un po' smobilitato. Meno recensioni e meno utenti, moltissimi devono essere passati su Goodreads, più recente e, credo, con meno bug. Ed è bellino, eh. Ma quando ho provato a importare da un sito all'altro la mia libreria, con la funzione apposita, diversi volumi sono stati ignorati, e dovrei reinserirli a mano. E, peggio ancora, quelli importati hanno perso tutti i dati che avevo inserito: data di fine lettura, voto in stelline, recensioni.
E io sinceramente non ho la minima intenzione di perdere ore e ore per avere un duplicato di un archivio che ho già. Perciò la mia libreria aggiornata resta su Anobii: Goodreads, sorry, mi vedrà passare solo per sbirciare le recensioni altrui. Ho detto.

Infine, sono ufficialmente arrivata nel Terzo Millennio: mi hanno regalato uno smartphone (se no col picchio che cambiavo telefonino ora). Ieri ho digrignato i denti e insultato il mondo per un paio d'ore, ma sono riuscita a venirci a patti e a capire come usarlo per tutto l'essenziale. Ora resta solo da riempirlo di cazzate, applicazioni perdi-tempo (no, grazie, scherzo) e adornare la rubrica con le foto dei contatti, appioppando a tutti quelli "che contano", ovvero gli amici, una suoneria personalizzata (sì, è QUESTO l'essenziale).*

* (Momento frivolezza) Tra l'altro, mi è arrivato bianco. Ma sapete che vi dico? Mi piace! Non pensavo. In questo periodo mi sento stranamente affine al bianco, nonostante mi mantenga ferma nel mio look gothic-nero (be', però i dettagli, come unghie, trucco, disegni sulle magliette ecc, spaziano liberamente attraverso le sfumature di verde, azzurro, viola, rosso, argento ^^ Sembra una sciocchezza, ma i colori sono molto importanti per il mio spirito, così come la musica.).

2 commenti:

  1. digrignavi! ecco perché ieri mi è venuto bibi al pancino. meno male che sei riuscita a venire a patti altrimenti chissà cosa mi succedeva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo di avere tanto potere! Ora comunque fila tutto

      Elimina