giovedì 25 luglio 2013

Tired

Stanca, stanca, stanca.
Stanca di pensare, stanca di fare, stanca di concentrarmi, stanca di cercare idee, stanca di preoccuparmi. "Sottile come il burro spalmato su troppo pane", diceva Bilbo. La sensazione è quella di restare in piedi a stento: basta una stupidaggine qualsiasi, un imprevisto, un pensiero sbagliato, un intoppo in più, un ritardo, e mi sembra di crollare. Anche se ho dormito, nelle ultime due notti. Ma è come se ogni sassolino fosse una montagna. Ogni sciocchezza fosse una tragedia per cui piangere mezz'ora. Ogni problema fosse un enigma spaventoso e irrisolvibile. Sono stanca nella testa, nei nervi, nel cuore, negli occhi. Faccio una fatica incredibile a racimolare le forze per qualsiasi gesto, per qualsiasi faccenda.
Domani andrà meglio.

6 commenti:

  1. Bisogna sempre ripetersi che domani andrà meglio, respirare profondamente e... cioccolato!

    RispondiElimina
  2. Resisti, tesoro! Ho la nutella, se serve :) E un gatto assassino puccettoso :D <3

    RispondiElimina