mercoledì 25 settembre 2013

Telegraficamente - o quasi

- I profumi. Oh, i profumi che ti risvegliano una quantità di immagini e sensazioni e ricordi. Ancora adesso sento il profumo più buono del mondo.
Si sottovaluta troppo il potere di un profumo e del carico di emozioni che porta con sé.
Mi fa sorridere.

- Gli occhi. In questo periodo sono ossessionata dagli occhi delle persone. Li scruto, li studio, li osservo. Fotografo i miei perché, be', sono disponibili ^^, ma vorrei scocciare la gente e fotografare anche quelli di chiunque mi colpisca.
Una volta dicevo sempre che mi piacevano gli occhi chiari. Be', in fondo l'azzurro è anche il mio colore preferito. Ma tolti casi particolari - gli occhi di Jared Leto sono un miracolo della natura, punto - devo dire che l'intensità degli occhi scuri è difficilmente eguagliabile. Che poi, non generalizziamo. Non è il colore, è ciò che c'è dietro quegli occhi a contare.
I miei no, non sono né azzurri né marroni.

- Il tempo. Il tempo scorre troppo lento e troppo in fretta. Salto da un giorno all'altro e i secondi non hanno importanza. Una sfida per volta io ho davanti a me l'obiettivo. Ho lì davanti le conquiste. Le ore preziose con le persone che contano. E in mezzo agli scazzi e le paure e il dolore e le incertezze, io sorrido pensando alla prossima tappa, al prossimo giorno speciale.

- Lucca Comics! Ebbene sì. Quest'anno in un modo o nell'altro ci sarò. Spero in "un modo", ma ancora non ne ho la certezza matematica; nel frattempo, so dirvi che sarò comunque lì "nell'altro", tra il pubblico, il sabato e la domenica almeno, per il workshop di Francesco Dimitri ("We're not worthy! We're not worthy!") e, il giorno dopo, per l'incontro con Luca Tarenzi. Dettagli appena possibile.

- Per agli aspiranti scribacchini: sappiate che i rapporti con gli editor contemplano mail scambiate tra l'una di notte e le sei di mattina, l'ultimo giorno utile per la creazione delle bozze da correggere, quando il libro va chiuso prima di subito e tu, autore, ormai quel romanzo non lo vuoi più vedere neanche da lontano percaritàdelladddea. Con messaggi come "ci vuole una frase in più qui", "tipo questa?", "tipo. Ma puoi fare di meglio!", "Ti odio. Ma ci penso e ti faccio sapere."
True story.

- A proposito di true story. Serie tv! Serie tv! Ricominciano le serie tv! Prima l'ultima stagione di How I met your mother, tra qualche giorno Big Bang Theory, domenica Once upon a time! Saltello. Ieri i primi due episodi di HIMYM non sono stati affatto male, soprattutto per l'ormai consolidata simpatia e bravura degli interpreti. La madre? Si vede, finalmente, e a me non dispiace affatto. comunque, due puntate e il famoso matrimonio tra Barney e Robin ancora non è iniziato. Spero che, più che tirarla per le lunghe con l'incontro, gli autori si concentrino sullo sviluppo della successiva storia tra Ted e la madre, per renderla solida e non affrettata.

- Oggi giornata importante e non semplice, o almeno così si preannuncia. Ma mi piacciono queste tante cose da fare. Mi piace che la mia vita sia com'è ora. Non vedo l'ora di vedere come sarà domani. Ultimamente mi sono stupita così tante volte dei doni che gli dèi mi hanno riservato, che, di nuovo, sorrido.
Sorrido.

On air:
Bon Jovi, Always
Avril Lavigne, Smile

Nessun commento:

Posta un commento