giovedì 24 ottobre 2013

Wings to fly

Tra commenti, condivisioni e mail che mi sono state inviate, potrei fare un altro post solo di ringraziamenti. Be', grazie, ancora una volta ^^
Oggi però ringrazio in particolare Andy, il geniale mastermind degli Oniromantic (ascoltateli, punto), che è un mio amico (sì, frequento solo i migliori), è un grafico e mi ha preparato un banner per Facebook stupenderrimo (lo potete vedere qui), immagine che ho subito postato ovunque. E poi ha pure realizzato quel bannerino mignon che vedere nella colonna a destra oppure qui sotto:


Io sono ligia al dovere e vi segnalo tutte queste cose, ma resta il fatto che, per ora, resto ferma all'"accipicchia sembra un libro vero" della prima volta che ho visto la copertina, qualche mese fa. Prometto che il blog proseguirà a parlare di tante cose, non solo di Angelize, ci mancherebbe. Ma concedetemi di vivere la vertigine di queste ultime settimane "pre-pubblicazione"... Ho già un po' di post in attesa su diversi argomenti; per quanto riguarda il libro, invece, sto decidendo anche cosa iniziare a raccontarvi. Magari partiamo con un po' di colonna sonora... Tra non molto ;-) E, intanto, vi preannuncio che l'incontro per la firma delle copie sabato 2 novembre, alle 14 e 30, a Lucca presso lo stand RCS, non sarà l'unico evento... News tra pochissimi giorni ^___^

Oggi, comunque, volevo parlarvi anche di un'altra cosa. Come vi raccontavo qualche tempo fa, avevo in programma da un po' un tatuaggio nuovo. Lo attendevo da anni. Da cinque, per la precisione.
I tatuaggi per me sono sacri, ve l'ho detto. Sono un rito, una ferita che incide nella carne il ricordo di un momento fondamentale. Io ho un'idea ben precisa di quando ne farò ancora, anche se non so ancora quali (uno sì, ma non ho deciso gli altri, che comunque arriveranno col tempo). La mia piccola luna sul polso aveva un significato preciso.
Martedì ne avevo in mente un altro. Uno più grande. Uno più importante. Uno che ho scelto con cura, che si è modificato in questi mesi, che ha assunto un significato doppio: il primo, come potete immaginare e come vi avevo già scritto, è legato ad Angelize. Il secondo lo sanno solo pochi amici, e continuerà a essere così. Dopo aver contattato diversi studi e aver rimandato per un po', finalmente Luca Tarenzi mi ha consigliato il bravissimo tatuatore aronese Marzo "Zop", che ha realizzato un piccolo capolavoro in un'oretta scarsa, ed è stato capace di rendere il tatuaggio più bello ancora del disegno (con poche modifiche che ho richiesto, è il primo in alto in questa immagine).
Comunque, eccolo appena fatto:


Il tatuaggio ha poi assunto un ulteriore significato, proprio in questi giorni. Perché è diventato uno di quei segnali del destino - uno di quei pezzi che s'incastrano nel puzzle proprio al momento giusto.
Perché è tempo di volare. Dove ancora non lo so, ma ho il cielo davanti. Ieri parlavo con una delle mie adorate Persone Speciali, dicendo "spero solo che non siano ali di cera". Lui mi ha detto "finché non voli troppo vicino al sole, le ali di Icaro vanno benissimo". Ed è vero.
Poi però ho anche pensato: non voglio temere il sole. Io volo alla luce della luna. Io volo verso le stelle.

On air:
Within Temptation, Stand my ground

6 commenti:

  1. Days of Blood and Starlight, these days... ;-)

    RispondiElimina
  2. Oggi ho scoperto il tuo blog...grazie ad alcuni blog che parlano del tuo libro. E' bello sapere che ci ancora persone che amano la scrittura e la lettura :) Complimenti.
    P.s ...e intanto divento lettrice fissa, se non ti dispiace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille dei complimenti, di essere passata a trovarmi e del tuo commento! Dispiacermi? Sei la benvenuta ^___^ A presto!

      Elimina
  3. Avrei voluto passare prima, ma è stata una settimana di fuoco. :(
    Arrivo, dunque, in ritardo nel farti i complimenti per Angelize (che ho segnalato sul mio blog ^^).

    E ho la certezza che questo tuo primo volo sia solo l'inizio: ti aspettano tanti altri voli, verso la luna, verso le stelle. Perché la scrittura è un volo di libertà.

    RispondiElimina