domenica 10 novembre 2013

To Write List di novembre

Con moltissimo ritardo, visto che normalmente questo dovrebbe essere il primo post del mese. Perdonatemi, tra Lucca Comics e l'uscita di Angelize il blog è stato fagocitato da impegni, segnalazioni e quant'altro. Avrete forse notato che questo mese ho anche saltato la consueta rubrica sulle chiavi di ricerca più assurde: a dicembre la ritroverete con quanto raccolto questo mese e in quello scorso.
Quindi... to write list? Mah mah mah. Come anticipato il mese scorso, e anche più volte in quelli successivi, ho in piedi due idee soprattutto, una più "semplice" perché è il seguito di un altro romanzo che ho già scritto (no, non è Angelize, la cui seconda parte è già completa, deve solo passare attraverso l'editing) e, quindi, ne conosco già personaggi e ambientazione, e l'altra più "complicata" perché invece è una sperimentazione sotto tutti i punti di vista. In ottobre ho finalmente ripreso il primo dei due progetti, d'ora in poi chiamato I2, che ha già alcuni capitoli scritti, ma da rivedere. Solo che, poi, tra un casino e l'altro... la revisione propedeutica alla ripresa del romanzo si è arrestata. *Sospiro*. Questo mese voglio almeno andare avanti con questa rilettura/riscrittura. E mi piacerebbe avere anche qualche indicazione in merito all'altro romanzo che ho in ballo, M., la cui prima stesura ho terminato ad agosto e, al momento, attende di conoscere il proprio destino prima di passare sotto i ferri di una severissima revisione con tagli/modifiche/gridadirabbiaeporcapupazzaperchénonvienecomevoglioioargh.


In effetti, ho tanta "roba in ballo". A parte Angelize che è uscito (ecco a quale editing mi riferivo nei mesi scorsi, per chi già seguiva il blog), resterà da fare l'editing della seconda parte di Angelize, appunto, ma ancora non so quando; c'è poi un altro romanzo ancora che è concluso e necessiterà di editing, I., destinato a uscire, presumo, dopo la seconda parte di Angelize; e, poi, tutte le varie storie in diversi momenti della trafila "prima stesura-revisione-risistemazione" che precede il lavoro con editori e editor (M., I2) o che invece devo scrivere da zero ("quella difficile" che non so come abbreviarvi, perché il working title che ho in mente non mi soddisfa del tutto).

 Detto questo... rimugino. Rimugino da tre giorni, dopo un brainstorming con Socia Ale che è venuta a trovarmi per il concerto di Amanda Palmer - ve ne parlerò domani - e che conosce la storia di cui parlo perché ha letto I. e anche la vecchia stesura di I2. E dopo brainstorming e riflessioni, la conclusione è... un solenne boh. Non so come si sistemerà il finale, o meglio, so come finirà il libro per quanto riguarda il destino dell'antagonista e di alcuni personaggi, ma mi manca quello degli altri, tra cui il protagonista (*sciaff*. Questa sono io che lo prendo a schiaffi ogni volta che lo vedo, maledetto idiota che mi incasina la vita). Spero di chiarirmi le idee riscrivendo e sistemando, perché fino a quel punto la storia fila e mi piace un sacco; ho questo buco nero da colmare appena prima delle scene finali, nonché l'epilogo da decidere. Mah mah.

E poi... Su un piano più personale, rimugino ancora di più. Sulla mia malefica tendenza alla malinconiatristezzadepressione, che è un "peccato" tanto quanto ira, invidia, accidia eccetera. Sulla mia incapacità congenita di concentrarmi solo sul presente. Sull'abilità nel tuffo carpiato dall'euforia all'angoscia senza nemmeno bisogno di un motivo - basta che arrivi il pensiero sbagliato. Non va. Non va. Avrei bisogno di imparare un po' di sana indifferenza. Un po' di pazienza e di "sarà quel che sarà". Avrei bisogno di essere forte, non di sembrarlo e basta. Di crederci, quando dico "un giorno sarà così", "un giorno potrò", "un giorno andrà come voglio", "un giorno realizzerò anche questo". Di credere che c'è un motivo per quello che non va. Di credere alla magia.
Invece no, quando riguarda me non ci riesco, a crederci. Non sempre, almeno. Ma si fa finta di nulla, si affila la spada e si resta pronti a mordere.
Basta. Let's rock.

On air:
30 Seconds To Mars, Love lust faith + dreams

I will save you from yourself
Time will change everything about this hell
Are you lost?
Can't find yourself?
You're north of Heaven
Maybe somewhere west of Hell

2 commenti:

  1. "Avrei bisogno di essere forte, non di sembrarlo e basta."

    Parole sante! A volte mi convinco che sia sufficiente crederci sul serio per riuscirci, ma poi, spesso, mi rendo conto che davvero noi tendiamo ad essere il peggior nemico di noi stessi...

    RispondiElimina