mercoledì 25 dicembre 2013

Buone feste!

Un anno fa, a quest'ora, avevo già ricevuto "la chiamata" di Fabbri, e attendevo solo il contratto da firmare (sarebbe arrivato con l'anno nuovo).
Un anno fa, a quest'ora, discutevo con gli amici di alcuni sms che mi avevano fatto ridere ed emozionare come una ragazzina. E ci scherzavo su e non immaginavo che sarebbero stati come i primi sassolini di una valanga che mi avrebbe travolto. Che mi avrebbe terrorizzato, a saperlo prima... Ma come cantano i Three Days Grace, I'll do whatever it takes to be the mistake you can't live without. In alcune cose sarebbe un delitto non avere fede. Fiducia. Speranza. Non potrei vivere senza.
Un anno fa, a quest'ora, festeggiavo senza avere idea di cosa il 2013 avrebbe portato, tentando di scordare il sottile timore - l'enorme timore - che tutti i fragili sogni all'inizio si sarebbero dissolti come fumo. Che qualcosa sarebbe andato storto. Che mi sarei risvegliata nel mio letto e avrei scoperto che non era vero. Che il lavoro che inseguivo non sarebbe arrivato affatto, e tutti gli sforzi del 2012 sarebbero stati vani.

Oggi, a quest'ora, ho fiducia. Paure e dubbi e incertezze non mancano, certo. Ma ho guardato in faccia gli dei. Ho visto il guscio che mi ero costruita intorno crollare un pezzo per volta prima ancora che me ne rendessi conto. Fatico ogni mese e non smetto di domandarmi che accadrà quello successivo, ma sono più fortunata di tantissime altre persone, in quest'epoca dolorosa, e non posso che ringraziare per questo.
E penso che, forse, non sia sempre giusto schivarle, le valanghe. A volte bisogna saltarci in mezzo e farsi trascinare e accettare i lividi e i graffi e le ossa rotte per scoprire dove si arriva poi. Bisogna usare le ali.


Vi auguro dunque delle splendide feste, qualsiasi cosa abbiate voglia di celebrare. E lo faccio con lo splendido regalo che Sara Martini mi ha fatto: il disegno qui sotto, con i personaggi di Angelize in versione manga-natalizia ^___^ In prima fila, da sinistra, Haniel, Rafael, la stessa Sara e Seheia; in seconda fila, Uriel, Mikael, Hesediel, Reiyel; in fondo, io e la Dea. Un saluto a tutti... Usate le vostre ali!


Grazie a Francesco Roghi per avermi inserito nel racconto di Natale di quest'anno!

Tutte le splendide foto di Rachele Totaro le trovate qui.

On air:
Amorphis, You I need
Anneke Van Giersbergen, I feel alive

6 commenti:

  1. Ciao! Tanti auguri anche a te :)
    carinissimo il disegno *_*

    RispondiElimina
  2. Ciao Aislinn,
    sono rimasta affascinata dalla trama del tuo libro e ho deciso di acquistarne la versione e-book.
    Vorrei chiederti un paio di cose, prima:
    1) Si tratta di un romanzo autoconclusivo o il finale rimane aperto in vista di un possibile seguito?
    2) E' un young-adult o è adatto anche agli adulti non più young? ;)
    Ti ringrazio, ti faccio i complimenti la realizzazione di questo progetto e ti auguro che il 2014 sia un anno ancor più esplosivo!
    P.S. Hai per caso scritto un articolo su come è nato e si è sviluppato questo libro? Mi incuriosisce sempre sapere l'origine delle storie che leggo... L'hai scritto in un solo anno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ti ringrazio per avermi scritto e spero che il romanzo possa piacerti ^___^ Per rispondere alle tue domande:
      1 - è un romanzo in due parti, semplicemente perché sarebbe stato troppo lungo farlo uscire in volume unico. Ciononostante, anche la prima parte ha una sua conclusione e non ti lascia del tutto a metà; la seconda è ambientata un anno dopo i fatti della prima.
      2 - io non ho scritto Angelize pensando a una fascia d'età. Non lo vedo come un YA, ho scritto il romanzo che volevo leggere io, e di anni ne ho trentuno ^^
      Ho parlato varie volte di Angelize e dei suoi "retroscena"; trovi tutto il materiale al link http://aislinndreams.blogspot.it/p/angelize.html La prima stesura della prima parte è stata rapidissima (settembre-dicembre 2010), poi ho continuato subito con la stesura della seconda parte che è durata fino a luglio 2011, e da lì molteplici revisioni... Quindi quasi un anno di prima stesura, più un paio d'anni di revisioni, editing ecc. A presto!

      Elimina
  3. Che bello questo post! Mi ha messo dentro un po' di energia... e a breve spero di leggere il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! A volte ho bisogno di rileggere quello che scrivo nei momenti di fiducia, per combattere la disperazione...
      Spero che il libro ti piaccia!

      Elimina