venerdì 3 gennaio 2014

Angelize - soundtrack: Of nails and sinners (Arcturus)

Rieccomi con un altro frammento della colonna sonora di Angelize, appuntamento consueto del venerdì*. Come sempre, potete ascoltare tutta la soundtrack su Youtube oppure su Spotify, nella colonna qui a destra. Oggi, per iniziare bene l'anno**, vi propongo la canzone che, in Angelize, ho scelto come soundtrack dedicata a Lucifero e alle sua scena al Cimitero Monumentale (capitolo 16).
Capita a proposito, la canzone, perché proprio pochi giorni fa Marika Michelazzi mi ha spedito questo MERAVIGLIOSO disegno che ritrae proprio il mio Lucifero in versione satiro alla corte della Dea. Davvero infiniti ringraziamenti a Marika *___*
Mentre, come vi avevo raccontato, Lucifero in versione "umana" ha nella mia fantasia l'aspetto di Tomi Joutsen degli Amophis.

Il brano, Of nails and sinners dei pazzoidi Arcturus, è adatto sia per il testo, come potete leggere più sotto, sia per l'atmosfera folle, sulfurea, malata, strana... indefinibile, quasi. Lucifero è un personaggio che, finora, ha ottenuto solo consensi tra i lettori che mi hanno scritto, nonostante compaia per poche pagine, e questa è una grande soddisfazione per me. Perché si tratta di un personaggio che adoro utilizzare, uno di quelli che basta lasciarli parlare e loro ti tirano fuori dei dialoghi praticamente perfetti senza nemmeno doverli programmare. E perché non sai mai se menta o se dica la verità. Né cos'è meglio... Non a caso, avrà molto più spazio nella seconda parte. Lui, comunque, è compiaciuto di tutta questa gente che lo adora. Com'è ovvio.
Io vi avviso, Lucifero vi sta fregando. Ha fregato anche me, ai tempi della prima stesura...

Come potete vedere, comunque, le liriche di questa canzone sono azzeccatissime per il mio personaggio.



"I know that without me God cannot live a moment;
If I am destroyed He must give up the ghost."
[Angelus Silesius]

I beseech you, God to whom many sinners pray
From the depth of the dark abyss where my heart fell
Expelled I was from your tedious grace to the pits of hell
So can you please cease to deplore my opposite, nay only way
For aeons I descended down
Till I saw the dreadful truth 
of which man wouldn`t know
I, degraded bearer of thy sacred light 
- to which I never again will bow
When I rise to avenge myself with darkness
The anger of the damned shall flow

I was cast out by the retinue of angels weak
Shone to the few who me would seek

A rebel I was, radiant my glow, afar,
My wisdom fathomed by the morningstar

And O you fools, in herdlike fight, stampede
And when creation falls, you must build anew,
With nails that sting My hands - They grow passionate on a lie
But You know the veracious one was I


* Salvo quando non faccio in tempo, non riesco, non ho un attimo per respirare e preparare il post, ho il cervello bollito alla fine di una settimana e non sono in grado di mettere due parole in fila

** Scusa che potrà essere utilizzata senza pudore per almeno due settimane

2 commenti:

  1. Grazie a te per la post con il disegno (di nuovo *-* ! ) e di nuovo molto felice che a Sua Lucentezza sia gradito il ritratto! Aspettiamo di vederlo in azione ancora con trepidante attesa!
    Ciau!

    Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui dice che non deluderà i suoi adoratori... cioè, i suoi fans XD

      Elimina