venerdì 16 maggio 2014

Angelize - soundtrack: Hurricane (30 Seconds To Mars) e un'aggiunta

Eccoci al termine del viaggio musicale attraverso la mia colonna sonora di Angelize. Al momento, rivedo e sistemo la seconda parte, che uscirà in autunno, e di conseguenza riprendo e sistemo anche la sua soundtrack. Oggi, però, vi propongo il brano di chiusura, quello che, se Angelize fosse un film, userei nei titoli di coda e nel trailer: uno dei brani più belli dei 30 Seconds To Mars, se non il più bello in assoluto, ovvero Hurricane.
L'inizio mi ha sempre fatto pensare alle gocce di pioggia dei temporali di Milano che, nel romanzo, sottolineano alcuni dei punti chiave della trama. E anche il testo mi è sempre parso perfetto, tanto che potrei dirvi frase per frase quale scena del romanzo vi accosterei, in un ipotetico videoclip. Hurricane ha sé la malinconia e insieme la lotta disperata dei personaggi di Angelize come li vivo io, ha le parole giuste per raccontare le incomprensioni e i contrasti tra gli stessi protagonisti ma anche lo smarrimento degli angeli puri rimasti senza Dio. Hurricane è semplicemente perfetta.
Ascolto la canzone e li vedo, tutti loro. E ho i brividi.

No matter how many times that you told me you wanted to leave
(Haniel e Rafael e l'eterno sparire e tornare del primo)
No matter how many breaths that you took, you still couldn't breathe
(Rafael in fuga da Mikael)
No matter how many nights that you lie wide awake to the sound of poison rain
(La pioggia, e Rafael insonne, con l'eterna incertezza che c'è anche nei versi successivi)
Where did you go? Where did you go? Where did you go?
As days go by, the night's on fire

Tell me would you kill to save a life?
Tell me would you kill to prove you're right?
(Un verso per il meccanismo che permette agli angeli di incarnarsi rubando la vita a qualcun altro, un verso per la decisione degli angeli puri di rimettere ordine a colpi di spada)
Crash, crash, burn, let it all burn
This hurricane's chasing us all underground
(I mezzi angeli braccati)

No matter how many deaths that I die I will never forget
No matter how many lives that I live, I will never regret
There is a fire inside of this heart
And a riot about to explode into flames
Where is your God? Where is your God? Where is your God?
(Parole dei mezzi angeli rivolte agli angeli puri)

Do you really want...
Do you really want me?
Do you really want me dead,
Or alive to torture for my sins?
Do you really want...
Do you really want me?
Do you really want me dead,
Or alive to live a lie?
(Qui ci sono riferimenti sia allo scontro tra ibridi e angeli puri, sia al rapporto complicato tra Haniel e Rafael)

Tell me would you kill to save a life?
Tell me would you kill to prove you're right?
Crash, crash, burn, let it all burn
This hurricane's chasing us all underground

The promises we made were not enough (Never play the game again)
(Ci si avvicina al finale, tutto crolla nonostante piani, promesse, desideri)
The prayers that we have prayed were like a drug (Never gonna hit the air)
(Questo potrebbero dirlo alcuni degli angeli puri... anche nella seconda parte del romanzo)
The secrets that we sold were never known (Never sing a song for you)
(La scena in cui Rafael vede i ricordi di Haniel)
The love we had, the love we had, we had to let it go
(Never giving in again, Never giving in again)
(Riferimenti sia a Hesediel e Elena sia a Rafael e Haniel sia, più in generale, a tutto ciò che gli ibridi hanno perduto della loro prima vita, quando sono stati fatti morire)

Tell me would you kill to save a life?
Tell me would you kill to prove you're right?
Crash, crash, burn, let it all burn
This hurricane's chasing us all underground

This hurricane

Do you really want...
Do you really want me?
Do you really want me dead,
Or alive to torture for my sins?

Do you really want...
Do you really want me?
Do you really want me dead,
Or alive to live a lie?



Infine, una curiosità: il titolo Angelize, un verbo traducibile più o meno come "angelizzare, rendere angelo", è composto da un termine inglese, mio personale pet language, che ho incontrato per la prima volta grazie alla canzone dei Moonspell Angelizer, che vi linko qui. Non è un brano che sia mai entrato nella colonna sonora del romanzo, né per atmosfera né per testo (in realtà l'ho inserito in un altro libro... altra storia ;-)), ma mi piace comunque ricordarlo, in questo ultimo post sul tema.
In attesa di quelli su Angelize parte seconda...

Come sempre, potete ascoltare l'intera colonna sonora su Youtube o su Spotify tramite il lettore qui a destra (che finirà nella pagina di Angelize dopo che lo sostituirò con la colonna sonora della seconda parte... ma tra qualche mese ;-)

2 commenti:

  1. Ciao Aislinn! Bellissima canzone, la adotto sui due piedi. Com'è il tuo panorama dopo la nascita di Angelize? Lo immagino impegnatissimo e gratificante, da quel poco che posso intuire vedendo i tuoi post in giro. Allora, buon lavoro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impegnatissimo sì, a volte anche troppo... non so se riesco a sopravvivere a questa settimana @___@ Però sì è anche gratificante in certi momenti ^___^ Abbraccio!

      Elimina