giovedì 21 maggio 2015

Letture - di romanzi e altre cose

Rieccomi con il post dedicato alle letture fatte e in programma, in pratica un punto della situazione che serve a me per tentare di fare ordine nel marasma di libri in lista d'attesa e, magari, a voi per scoprire qualche titolo che potrebbe interessarvi. Un post a scadenza pressapoco quadrimestrale (gennaio, maggio, ottobre, più o meno), che mi ricorda quanti fantastici libri ho accumulato e quanti altri scopro ogni settimana. In definitiva, un momento di auto-aiuto per rassegnarmi: non ce la farò mai a leggere tutto quello che vorrei.
Ma ci si tenta lo stesso, eh.

Ho letto i libri citati  nel post di gennaio?
Parecchi sì, in effetti, questa volta, nonostante il tempo sempre risicato e il fatto di aver ripreso a scrivere con più regolarità (*coriandoli*). Di alcuni trovate anche il mio commento: Unbound di Jim Hines, Poison Fairies e Demon Hunter Severian di Luca Tarenzi (Giovanni Anastasi è sempre lui), I vermi conquistatori di Brian Keene. Ho letto con piacere un inedito di un carissimo amico (non ti nomino ma sai chi sei *gigabbraccio stritolante*). Ho iniziato e quasi concluso anche Il figlio di Lois Lowry, a cui magari dedicherò un post futuro, e che avevo citato nel post precedente dedicato alle letture in programma. Volevo poi smaltire anche un po' di saggistica accumulata, e ne ho anche trovata di nuova: per esempio ho letto un bel testo sulla Morrigan (o Morrighan) di Christopher Penczak, che mi interessava per moltissimi motivi, ho concluso The art of fiction di John Gardner (che però non mi ha soddisfatto molto: avevo preferito di gran lunga On becoming a novelist) e qualche altro testo ancora.

Cosa leggerò nei prossimi mesi?
Vorrei continuare a recuperare romanzi. E ANCHE saggistica. Come al solito, insomma, aspiro all'impossibile. Comunque, il prossimo libro che inizierò, concluso Il figlio, sarà finalmente Il re deve morire di Mary Renault, che vi avevo già citato qualche altra volta, e che mi serve anche per documentazione. Di conseguenza leggerò anche La vita a Creta ai tempi di Minosse, credo. Per quanto riguarda i romanzi, leggerò anche Eternal war - Gli eserciti dei santi dell'amico Livio Gambarini, di prossima uscita, di cui sono curiosissima. Oltre ai soliti saggi magico-folkloristico-vampirosi che ho accumulato (e che ora ho bene sott'occhio, avendo riordinato la libreria delle letture da fare in occasione del trasloco), vorrei leggere The gift di Lewis Hyde, regalo di una carissima amica (lo so, attende da secoli -_-) e un testo sulla... magia della scrittura di recentissima acquisizione.
Alla prossima!

2 commenti:

  1. Ah... Ho cercato invano Il re deve morire! Poi mi dici com'è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro! Ne parlerò qui se mi piacerà ^^
      Io l'ho trovato usato su Amazon, in buonissime condizioni.

      Elimina