giovedì 25 giugno 2015

The Double

Attendevo di vedere questo film dal 2013, ma, guarda un po', in Italia non è mai arrivato al cinema. Così finalmente l'ho visto in inglese, che è sempre un'ottima cosa, diciamolo.
Ho potuto così ammirare la bravura di Jesse Eisenberg, un attore che amo molto, dibattersi in un film claustrofobico e angosciante in senso kafkiano, per combattere contro... la versione sicura, viscida, crudele di se stesso.

Richard Ayoade, il regista, si ispira all'omonimo racconto di Dostoevskij per raccontarci la storia di Simon James: timido, introverso, bistrattato da tutti nell'alienante ufficio in cui lavora, incapace di esprimere ciò che prova alla ragazza dolce e gentile che incontra tutti i giorni e abita nel palazzo di fronte al suo. Si sente invisibile... ma ancora non sa quanto ciò può essere vero quando un giorno, seduto al suo solito posto sui mezzi pubblici, vede un ragazzo del tutto identico a lui, James Simon. Dapprima i due fanno amicizia: James è spigliato, sicuro di sé, ha successo con le donne e tenta di aiutarlo a conquistare la ragazza che ama. Presto però Simon si accorge che quello che ha incontrato non è un amico: James comincia a rimpiazzarlo sul lavoro, gli ruba la ragazza, l'appartamento, ogni cosa. Cosa fare, allora? Lottare in un mondo in cui la gente nemmeno si accorge di lui, o lasciarsi scomparire?

Basterebbe ammirare l'interpretazione di Jesse Eisenberg, come detto, per apprezzare questo film, ma il protagonista non è certo l'unico pregio. E tuttavia, un avviso: non aspettatevi un film "d'azione". Il ritmo è lento, per una discesa sempre più angosciante all'interno di un meccanismo malato all'inizio e sempre più perverso proseguendo. L'ambientazione è di per se stessa da incubo: casermoni grigi, fabbriche grigie, vite grigie, senza scintille, un'allucinante distopia che assomiglia fin troppo al mondo che a volte vediamo intorno a noi. E state attenti ai dettagli, perché la risoluzione finale, geniale, vi chiederà un po' di memoria.
In definitiva, consigliato, se non vi spaventa immergervi in un film insolito, d'atmosfera, e a tratti più disturbante di molti horror...



4 commenti:

  1. Nonostante la faccetta da nescio Eisenberg non mi dispiace affatto. Bella segnalazione, la inserisco nell'infinita lista dei recuperi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Nescio"???
      Io lo adoro, è bravissimo. Ed è il volto di uno dei prossimi personaggi che spero di farvi conoscere...
      L'anno prossimo lo rivediamo a fare il figo nel seguito di Now you see me ^^ Aspetto la tua opinione su The Double!

      Elimina