lunedì 8 febbraio 2016

Back again

Da Pinterest
Reduce da un week end di stacco dai pensieri e dal lavoro - e ci voleva, oh se ci voleva -, mi ritrovo al lunedì mattina ovviamente catapultata in un turbinio di millemila impegni e "cose da fare" - che si aggiungono proprio mentre scrivo queste righe.
Sono giorni azzurri, l'ho detto nell'altro post. Giorni in cui chiacchierando e facendo brainstorming (oh, quanto amo le lunghe chiacchierate di brainstorming) si sistemano trame nuove; giorni in cui si pensa a quelle in corso; giorni in cui ho calcolato di avere almeno sette romanzi in coda di scrittura, oltre a quello in stesura al momento. Non so come andrà il futuro, ma di sicuro non mi mancheranno le storie da raccontare, per un bel po'...
Mi rendo conto che la mia mente è divisa in diagonale da una linea frastagliata, a sinistra della quale si trovano infinite sfumature di colori che farebbero invidia a un trip allucinogeno, mentre a destra stanno loro - le ombre, le voci, gli artigli. E la linea si muove e l'equilibrio si sposta di continuo, e di continuo occorre restare a piedi fermi e spada sguainata a difendere quel confine, a impedire che le ombre si diffondano troppo. Sarebbe bello conquistare un pezzo dopo l'altro anche il loro territorio, ma non è facile... ci si prova, comunque.

Prima di rituffarmi in questa nuova settimana, però, condivido con estremo piacere una nuova interessante realtà, The Transilvania Project, nonché il suo concorso per racconti di genere weird, gotico, fantastico, horror, urban-fantasy, steampunk (e qualsiasi mescolanza tra gli stessi vi venga in mente). Il concorso è organizzato da una tipa tosta come Erica del blog La Leggivendola. Incidentalmente, tra i valutatori dei racconti ci siamo pure io e Luca Tarenzi. Lo sapete, quando si sfiora l'argomento vampiri e tutti i correlati (lande transilvane, impalatori e affini) io non resisto...
Aspettiamo di leggervi, insomma! Seguite il link per tutti i dettagli.

On air:
Folkstone, Mercanti anonimi

Nessun commento:

Posta un commento