lunedì 9 maggio 2016

Captain America: Civil War - (quasi) un nuovo Avengers

Finalmente l'atteso Civil War, terzo capitolo della serie con protagonista Capitan America, è uscito e sabato mi sono puntualmente presentata al cinema per godermelo. Il confronto con l'ultimo film supereroistico che avevo visto (Batman vs Superman), nel quale il mio unico motivo d'interesse era la presenza di Jesse Eisenberg, è impietoso: niente da fare, lo stile Marvel ironico e veloce mi piace di più. E prima che i lettori di fumetti si infurino: parlo solo di film, le "fonti" non le ho mai lette, ebbene sì.

Dopo non so nemmeno quanti film, l'enorme puzzle di personaggi Marvel nel recente corso cinematografico comincia a mostrare interessanti incastri. questo Civil War, per esempio, è inestricabilmente legato agli Avengers, ai loro film e ai personaggi che ne fanno parte. E, con poche eccezioni illustri (Thor e Hulk), li rivediamo tutti. Insomma, una reunion - anzi, una festa finita a scazzotate...
Nocciolo della questione: il conflitto crescente che spacca in due gli Avengers, con le fazioni capitanate da Tony Stark, che intende scendere a compromessi con le autorità mondiale desiderose di mettere i supereroi sotto controllo, e il buon Cap, che non intende accettare tale controllo e che lotta per dimostrare l'innocenza di (quel gran figo di) "Winter Soldier" Bucky, accusato di un crimine mai commesso. La domanda, insomma, è la solita: chi controlla gli eroi? E si tratta di eroi o vigilanti? Una domanda da non sottovalutare, e anche se il buon Capitano ha ragione nel voler difendere l'amico Bucky, le ragioni della parte avversa sono più che comprensibili.
Gravati da sensi di colpa, ma decisi a lottare per ciò in cui credono, entrambi reclutano alleati: un giovanissimo Spiderman, War Machine (chi? Vi ho sentito...), la Vedova Nera, Visione (il pittatissimo Paul Bettany) si schierano con Tony, il "pensionato" Occhiodifalco, il simpatico Ant Man, Scarlet Witch, il Soldato d'Inverno e Falcon lottano con il Capitano. In mezzo fa il suo esordio pure Black Panther, principe di ZamundaWakanda, in attesa del film su di lui (2018, mi dicono).

Con un primo tempo pieno di angst e momenti cupi e un secondo tempo che rispolvera in pieno l'ironia di cui, nella metà iniziale del film, si era sentita un po' la mancanza, Civil War alla fine convince e riesce a bilanciare strizzate d'occhio, azione, battute e drammi personali dei personaggi, riuscendo nel miracolo che la Marvel sa sempre realizzare: dare a ciascuno un piccolo spazio per brillare evitando di rendere inutile la sfilza di comparsate illustri. Insomma, attesa ripagata... Da che parte stai?, chiedono gli hashtag su Twitter. Con tutta la simpatia che ho sempre nutrito per quella faccia da schiaffi montata di Robert DownTony Stark, il Capitano rulla e con lui gli alleati. E la curiosità di vedere come si evolverà la situazione alquanto complicata in cui ci lascia il finale è alta. Solo che accidenti, quanto sono lunghe queste attese...

2 commenti:

  1. *si asciuga le lacrime dopo aver letto Zamunda*
    allora non sono il solo ad averlo pensato XD

    Ciao, Aislinn!

    Concordo con quanto detto nel confronto Marvel/DC: non c'è storia al momento.
    Da quanto ho capito (correggimi se sono in errore) sei #teamcap, e qui non concordo :P Sinceramente ho avuto l'impressione che ci siano stati troppi punti oscuri basati sul "non detto" che hanno portato alla scissione dei due gruppi, senza i quali, probabilmente, ci sarebbe stata qualche altra evoluzione. Non che non mi sia piaciuto il film, anzi, ma forse è il primo che ti lascia con molti interrogativi, troppi, su quanto potrebbe accadere in futuro. E guardando la scaletta della Fase 3 del MCU, mi chiedo come faranno a ricucire i pezzi, staremo a vedere.

    Qualche domanda che penso porrò a tutti quelli che hanno visto e commentato questo film.
    Scarlet Witch e Visione... a me è sembrato che abbiano leggermente "esagerato" con il non approfondimento: lui faila sul più bello per qualche oscura ragione, lei si dimostra eccessivamente schierata, convinta e decisamente "violenta".
    Tra l'altro, a proposito di violenza, il #teamcap mi è sembrato molto più vigoroso (ti passo sopra se necessario) del novello gruppo di "nemici" (ti stendo per fermarti e cercare di farti ragionare), e questo, verbalmente, lo si nota anche nelle fasi successive (Clint vs Stark, per intenderci).
    Hai avuto anche tu le stesse impressioni?

    Per il resto, che dire? I nuovi personaggi (Spidey e Pantera) sono quelli che mi hanno colpito di più: applausi sulla scena dell'inciampo con tanto di citazione "retrò" XD Mi auguro possano esserci sviluppi interessanti, specialmente per la marea di tempo d'attesa cui siamo sottoposti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono curiosa anch'io di vedere come andranno le cose nei prossimi film... pensa quando sarà conclusa tutta la serie e si potranno guardare tutti di fila in un'immensa maratona XD
      Per quanto riguarda le tue domande, ora non ricordo tutti i dettagli, ma comunque... Su Scarlet Witch e Visione magari qualche minuto in più per approfondire sarebbe stato utile, ma nel complesso ho visto degli elementi interessanti nella loro storia. Sulla faccenda "vigore" del #teamcap, in effetti, mi sembra tu abbia ragione, probabilmente perché si sono sentiti messi all'angolo, costretti a reagire così o a cedere senza avere la possibilità di intavolare una discussione, un po' per l'intransigenza delle nazioni che hanno proposto gli accordi, un po' per la "corsa contro il tempo" necessaria a salvare Bucky, a fermare il vero cattivo ecc... mentre il #teamcap sperava di non dover arrivare allo scontro.

      Elimina