lunedì 16 maggio 2016

Dal Salone del Libro 2016... al futuro

Grazie a Linda per la foto
con la dolcissima Artemisia:
un Salone di abbracci ^_^
E così si rientra dal Salone del Libro di Torino 2016.
Che continua ancora oggi, per i coraggiosi, gli instancabili, gli editori e i lettori, ma io, che sono già tornata a casa, posso ripensare a queste giornate con un sorriso e gli occhi pieni di immagini, di parole, di bellezza.

Si è cominciato con il dibattito sul fantasy di giovedì a mezzogiorno, che, nonostante l'orario e la data improbabile, ha visto la sala quasi piena - una sala da 110 posti. Si è chiacchierato, orgogliosamente in tenuta fantasy, degli eterni problemi della letteratura di genere in Italia, dalla lotta a stereotipi che fanno piangere alla difficoltà di difendere il proprio coraggioso desiderio di proporre qualcosa di nuovo (e la bottom line è: dritti per la propria strada).
Poi, tra giovedì e sabato, c'è stato il tempo di incontrare amici e amiche: non smetterò mai di ringraziare le Belle (Haniel saluta tutte e dice ad Alaisse che passerà di nuovo, visto che si è trovato così bene...), Annie e tutte le altre blogger che mi hanno trasmesso un affetto infinito, così come quelle persone che aspettavo di incontrare da tempo (Artemisia, che non smetterei mai di abbracciare, Giacomo e tanti altri).
Foto di Daze: Di metallo e stelle
è roba tosta
E poi c'è la possante (no, non è un refuso) Leggivendola e la dolcissima Gisella Laterza con le quali ho condiviso una cena sublime al Benecosì Rock Burger Café di Ronnie Pizzo, la mia tappa fissa a Torino d'ora in poi, Daze e il vampirico Matteo Bertone, i mitici ragazzi di La Ponga, Alice Chimera e le sue principesse, l'emozionatissima Ester che finalmente presenta al mondo il suo libro (consigliato), e, naturalmente, la straordinaria Julia Sienna e tutta la famiglia Gainsworth Publishing, una casa editrice con i fiocchi se ce n'è una, da supportare al cento per cento. Infine, questo salone ha anche visto l'uscita del nuovo libro di Luca Tarenzi Di metallo e stelle, che vi avevo già anticipato: se vi volete bene, leggetelo senza se e senza ma (che fra non molto ne parleremo di nuovo...)

Una bella Torino, insomma, piena di tutto questo e di tanto altro - e mi scuso con chiunque avessi dimenticato di menzionare. Una Torino di crescita e speranza, in attesa del futuro... e con la certezza delle storie, che non mancheranno mai.

Tutte le altre foto del Salone del Libro 2016 potete vederle a questo link.

Foto di Roberto Cera, boss di VaporosaMente

6 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì sì siamo tutti sani e salvi XD

      Elimina
  2. Mi dispiace essermi perso l'appuntamento (chi se lo sente ora l'e-reader?), ma una programmazione imprevista mi ha costretto (piacevolmente, lo ammetto) altrove, sarà per la prossima.

    Ottimo reportage e molto belle le foto! Il vero peccato è non poter recuperare tutto il dibattito, ma il dispiacere dell'assenza è lenito dalle parole speranzose che hai scritto.

    Un salutone a tutti!

    PS: annoto volentieri il Burger Café che non conoscevo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci saranno altre occasioni :-* Abbraccio a te!

      P.S. Vai con fiducia, vedrai che ti innamori!

      Elimina