giovedì 10 maggio 2018

Today is the day - "Né a Dio né al Diavolo" esordisce (leggete l'inizio on line)

E così è giunto il 10 maggio, punto di arrivo di un viaggio che mi è parso infinito e inizio di un cammino tutto nuovo. Oggi Né a Dio né al Diavolo è là fuori e io sono emozionata come se fosse il primo romanzo che pubblico.
Perché in tanti mi avete scritto per saperne di più.
Perché in tanti mi avete mandato un affetto incredibile, e tutto il vostro calore, il vostro supporto, lo porto dentro in questi momenti in cui un po' mi tremano le dita.
E perché Né a Dio né al Diavolo è una storia vera.
Più o meno.
Sì, lo so, ci sono i vampiri, è urban fantasy, certo. Ma questa, più di tutte le altre storie che ho scritto, attinge a parti di me che non mostro quasi a nessuno. A ricordi che tengo sepolti dentro e solo pochissime persone mi hanno sentito raccontare. A immagini, emozioni, vibrazioni che ho vissuto in prima persona e che mi hanno accompagnato per oltre dieci anni della mia vita.
E poi, certo, al metal ;-)
Così, oggi Ivan, Tom, Lucifero (anzi, "Lucifero"... presto ve lo presenterò con il suo nome vero) e compagnia sono là fuori, uno pieno d'ansia, il secondo che saltella come una molla facendo lo sborone, il terzo vigile e silenzioso come suo solito, e gli altri... be', vedrete. Spero, più di tutto, che potrete amarli come li amo io.

E se volete conoscerli e scoprire se possono ispirarvi, Amazon vi lascia leggere un corposissimo estratto da "Né a Dio nè al Diavolo"... Se siete curiosi, lo trovate qui ;-) Cliccate sulla copertina per leggere i primi capitoli!
Visto poi che siamo in tema "inizio del romanzo", vi regalo anche la prima delle canzoni che compongono la mia ideale colonna sonora del libro. Al capitolo numero uno si accompagna Home dei Three Days Grace, che trovate naturalmente su YouTube, oltre che più in basso nel video incorporato. Perché questa canzone? Perché si adatta particolarmente bene alla situazione iniziale di uno dei protagonisti del romanzo, Ivan. Se leggerete il primo capitolo dal link Amazon che vi ho lasciato, capirete subito perché ;-)


... By the time you come home

I’m already stoned

You turn off the TV

And you scream at me
I can hardly wait
Till you get off my case

No matter how hard I try
You’re never satisfied
This is not a home
I think I’m better off alone
You always disappear
Even when you’re here
This is not my home
I think I’m better off alone
Home, home, this house is not a
Home...


Vi lascio con un po' di informazioni e link "tecnici". A presto, e... stay metal! \m/

Se volete chiacchierare con me,  mi trovate allo spazio Gainsworth (Padiglione 2, stand H10) sabato 12 maggio dalle 15 alle 17 per il firmacopie ufficiale. Poco prima, alle 14, Luca Tarenzi sarà presente allo stand per leggervi i tarocchi!
Vi ricordo poi che al mattino si terrà l'incontro organizzato da Gainsworth "MOSTRI IN RITARDO. PERCHÉ IN ITALIA L'URBAN FANTASY NON ARRIVA?" che si terrà alle 10:30 nello Spazio Book del Padiglione 5. Parteciperemo io, Luca Tarenzi, Julia Sienna e Helena Cornell.

Colonna sonora del romanzo: YouTube
Il libro su Goodreads e su Anobii
Su Amazon potete leggere un corposo estratto dal libro (cliccate sulla copertina nella versione Kindle per sbirciare i primi capitoli)
Il romanzo su Ibs
Intervista in quattro parti su SeMePi: uno - i vampiri; due - il metal; tre - l'Aislinnverso; quattro - l'urban fantasy.



Biveno. “Capitale del nulla”. Sessantamila anime dimenticate da Dio ai piedi delle Alpi piemontesi. Da lì un giorno d’estate del 2010 parte una macchina diretta a un colossale festival metal in Germania, con a bordo il terzetto peggio assortito della storia: Ivan, senza lavoro ma con qualche segreto, depresso con l’orlo del baratro a portata di mano; Tom, idraulico per professione e giullare per vocazione, troppo abituato a fingere di essere un idiota; e il tizio silenzioso che tutti chiamano Lucifero, capelli lunghi e occhiali scuri d’ordinanza, vampiro da quasi quattrocento anni. E non serve a nulla che lui parli tranquillamente della sua vera natura, tanto nessuno ci crede, Tom meno di chiunque altro. Dovranno cominciare a balenare gli artigli e a scorrere il sangue perché i due ragazzi si rendano conto che frequentare un mostro non è innocuo come una canzone black metal. Men che meno un mostro che si trascina dietro amanti immortali, vendette secolari e una sete che nulla al mondo può spegnere. Ma le notti sono lunghe a Biveno, e c’è tempo per imparare...
“Il sangue gli riempiva la gola. Inzuppava la paglia. Lui tremò, tremò più forte. Scivolò su un fianco. Il respiro era più faticoso. Un'ombra gelida sommerse la cella, lo strinse in un'ultima morsa. Era un buio aggressivo, eppure quasi rassicurante. Tutto scorreva via. Anche le parole si perdevano, e se pure avesse avuto ancora voce, le parole che gli rimanevano non le avrebbe rivolte né a Dio, né al diavolo. La promessa che aveva infranto non l'aveva fatta nel loro nome.”

Alle dieci del primo giorno d'uscita... Mi avete commossa <3


... E alle otto e mezza di sera del primo giorno va ancora così!

4 commenti:

  1. Quest'anno niente salone del Libro, sono doppiamente triste, ché vedere te e Luca è sempre un piacere. Non posso fare altro che farti un enorme in bocca al lupo e augurarti tutto il successo che meriti... aspettando, ovviamente, di stringere tra le mani la mia copietta!! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, speravo di riabbracciarti! Spero ci sia presto un'altra occasione :-) E... spero tanto che il libro ti piaccia! <3

      Elimina