lunedì 30 luglio 2018

E il cerchio si chiude

Uno dei personaggi, nel mio ultimo romanzo, Né a Dio né al Diavolo, va a lavorare alla Musa, una libreria della sua città, l'immaginaria Biveno. Nel libro la Musa ha riaperto da poco grazie al nipote del vecchio proprietario, dopo essere fallita anni prima all'apertura di una Feltrinelli in centro. Adesso, mi arriva questa foto, dalla Feltrinelli di Biella che avevo in mente quando ho scritto quelle righe... E il cerchio si chiude.

By the way, la libreria dove il personaggio va a lavorare è quella che io andavo a saccheggiare da ragazza, quando la Feltrinelli non esisteva ancora, è sempre rimasta aperta - per una volta la realtà è migliore della fantasia - e non si chiama Musa, ma "Il Libro". È sempre per chiudere un altro cerchio, mi dicono che #NaDnaD sia anche lì... Se ci passate, ecco dove quel certo personaggio trascorre le sue giornate (anche se il favoloso magazzino sotterraneo l'ho aggiunto io e non so se esista davvero ^^'). Grazie a @rachel_roseinthedark per la foto


Nessun commento:

Posta un commento