lunedì 29 aprile 2019

Il mio nuovo romanzo: Melusina - cover e trama

Ci siamo! Non so dirvi quanto sono emozionata nel condividere finalmente con voi titolo, cover e trama del mio nuovo romanzo urban fantasy, un esperimento che mi ha coinvolto tantissimo e che sono ansiosa di tenere tra le mani... a partire dal Salone del Libro (dal 9 maggio, Padiglione 2, Stand H15). È un libro in cui ho riversato un sacco di incubi, e con il quale ho voluto affrontare personaggi diversi dal mio solito: ci sono molte più figure femminili, tanto per dirne una, e ve le presenterò nelle prossime settimane. E poi c'è lui, Dario, che è - ecco, lo dico - il mio preferito in assoluto tra tutti i personaggi che ho creato, insieme a Lucas di Né a Dio né al Diavolo. Lo prenderei a sberle ogni tre per due, eh, ma ci sto bene, nella sua testa. Ve ne parlerò presto.

Dunque, ecco a voi intanto l'anteprima di Melusina; ancora una volta la splendida copertina è opera di Davide Nadalin.



LA TRAMA: Dario è sempre stato un leader. Il Master. Il guerriero. Il cantante della band metal Omnia Noctis, il tipo silenzioso, affascinante e sicuro di sé che tutte le donne inseguono e che gli uomini invidiano. Ma quando si sale su un piedistallo così alto, cadendo ci si fa molto più male degli altri, e adesso che la sua vita è in pezzi e soltanto la droga riesce a tenere a bada gli artigli dei suoi demoni interiori, l'unica cosa che conta è nascondere il problema e rialzarsi da solo, prima che qualcuno – come Alessio, il cupo batterista del gruppo, deciso a impicciarsi degli affari suoi, o Melissa, l'unica avventura di una notte da cui Dario continua a tornare – si accorga che il «Master» si sta autodistruggendo poco a poco.
Di sicuro, Dario non ha tempo per badare a Eva, diciannove anni, nessun amico, nessun futuro: la
malattia le sta consumando il corpo e le speranze e a Biveno, la noiosa città di provincia in cui è appena sbarcata con la madre, non può far altro che vegetare in attesa della fine sempre più vicina. E quando sviene in un angolo isolato della campagna piemontese e a soccorrerla è proprio Dario, prendersi una cotta per quel tizio tanto bello quanto insopportabile è l'ultima cosa di cui ha bisogno. Ma questa non è una storia d'amore e principi azzurri. E in città, di notte, gira qualcosa di affamato. Qualcosa che è fatto di ombre e tra le ombre striscia. Qualcosa che uccide. Come negli incubi sempre più spaventosi di Eva...

ESTRATTO: “Se solo pensava a lei, i suoi muscoli si irrigidivano, e combattere, difendersi, fuggire diventavano imprese assurde. Se solo la guardava, l'eco di quella voce – resta – risuonava nella sua mente, palese, ora, ma non per questo meno potente. E allora doveva stringere la presa sul piano della scrivania non per sostenersi, ma perché altrimenti avrebbe ceduto all'illogico impulso a inginocchiarsi e attendere che lei... Lo mordesse ancora.”

In più, una sorpresa: in coda al romanzo troverete in anteprima il capitolo iniziale del prossimo romanzo, il terzo della serie urban fantasy ambientata nella mia immaginaria Biveno... insomma, ritroverete Ivan & co di Né a Dio né al Diavolo!

In attesa dell'uscita, vi lascio con la mia personale colonna sonora di Melusina. Un abbraccio a tutti!

2 commenti:

  1. Seguo il tuo blog da qualche tempo ma non ho mai trovato il coraggio di lasciare un commento! La trama di questo nuovo romanzo, però, mi ha convinto a pubblicare questo messaggio per dire quanto apprezzo leggere romanzi come i tuoi, che trattano il genere dell'urban fantasy con tanto rispetto quanta vivacità - una combinazione che ho l'impressione sia abbastanza rara in Italia. Né al dio né al diavolo mi ha incantato per il modo in cui gli ambienti del nord Italia si fondono alla perfezione con l'elemento fantastico. Non vedo l'ora di leggere Melusina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo per le tue parole! Mi hai fatto arrossire ❤️ per me ogni storia va trattata con rispetto, il genere non ha nulla a che fare con la qualità di un testo

      Elimina