lunedì 23 settembre 2019

23 settembre - both? Both. Both is good.

Fonte dell'immagine:https://www.pinterest.it/pin/714946509579725484/
Avrete riconosciuto la citazione del titolo, immagino; particolarmente adatta oggi che è sia l'Equinozio d'Autunno, e siamo a metà tra luce e buio, ma anche la Giornata dell'Orgoglio Bisessuale. Non entrerò nel merito delle scemenze alla base della bifobia che spesso colpisce le persone bisex, sia da parte degli etero sia da parte degli altri appartenenti alla comunità LGBT+ - no, i bisex non sono confusi; non sono traditori; non sono criptogay; siamo semplicemente quello che siamo. Sì, abbiamo più scelta. Sì, potete invidiarci ;-) E non racconterò nemmeno storie strappalacrime di discriminazione, perché io sono stata abbastanza fortunata da non subirne: sarà che il mio coming out è avvenuto da adulta, circondata da una tribù di persone di mentalità aperta. Mi correggo - frecciate le ho sentite arrivare anch'io, in effetti, anche da chi non mi sarei aspettata; fortunatamente, quando già la mia armatura era salda.

No, questo post non è di lamentele né di tristezza: questo post riguarda solo la bellezza. La bellezza della libertà di essere quello che si è. La bellezza delle persone, tutte, ognuna a suo modo. La bellezza di stare bene con se stessi. Ma, anche, la bellezza dell'autunno appena iniziato: la strada dorata di colori fiammeggianti che ci aspetta, il riposo della metà oscura dell'anno che farà crescere nuovi semi dal terreno, i sapori dei prodotti che la stagione di dona. È una porta, questo equinozio: verso novità e fermento, verso una nuova forza e nuove speranze. Voglio lasciarmi cadere dalle spalle i pesi che mi hanno gravato addosso in questi ultimi mesi così complicati, come foglie secche che nutriranno qualcosa di nuovo e più bello.

Che sia un autunno dolce come sidro e buono come l'aria frizzante delle giornate che profumano di bosco. Che siano giorni di gioia e condivisione, per tutti.


lunedì 16 settembre 2019

E si ricomincia

L'estate è ormai finita, la cortina verde che cala dolcemente dal balcone del palazzo di fronte al mio comincia a punteggiarsi di rosso e d'arancio, mesi bellissimi e complicati, rovellosi e avventurosi si avviano alla conclusione. È tempo di ricominciare: con i progetti, le storie in cantiere, i tour de force lavorativi, la scherma, i corsi... tante, tante cose, che stanno crescendo nel buio come i semi delle piante. E come buon auspicio, festeggio con la trentesima recensione di Né a Dio né al Diavolo su Amazon, una di quelle che mi hanno commosso di più: mai avrei pensato che un romanzo pubblicato con un piccolo editore ricevesse così tanto affetto. Perfino "i miei ragazzi" Ivan, Tom, Lucas e Ioan sono senza parole (sì, anche Tom e Ioan, addirittura).
Grazie. Davvero. Sempre.
E ora, andiamo a colorare l'autunno di tinte magiche.